I passi e il silenzio

. . Come in silenzio, lungo i passi di un passato, lontano, immobile e racchiuso qui sul cuore. Ecco, il mare si ferma, e il vento tace. Oggi è pace e silenzio. Oggi è muto ricordo tra i passi e le stanze. Mi manchi … Maria Gabriella Raimondi 12 Maggio 2007 .

La bella Italia VIII

. . Respinta dunque in blocco la proposta britannica, Mussolini concluse affermando brutalmente che restavano solo due soluzioni per il “caso Etiopia”: una pacifica, l’altra militare, La soluzione pacifica significava la “cessione in nostro diretto dominio di tutti i paesi non di razza etiopica conquistati per l’Abissinia da Menelik e dai suoi successori, più il…

La bella Italia VII

. . Alle 7.30 del 6 febbraio 1935 le caserme di Arezzo, Pistoia e Firenze, dove erano acquartierati tre reggimenti della divisione Gavinana, risuonavano della rumorosa attività dei giovani militari che si accingevano a partire per il campo invernale sull’Abetone. Erano previsti otto giorni di manovre, e già le colonne delle salmerie stavano per varcare…

La bella Italia VI

. . Per Mussolini si trattava dunque di attendere l’occasione che gli avrebbe consentito di ottenere l’assenso francese e britannico per portare a compimento il suo progetto imperiale. Tale occasione, per una serie di eventi concatenati allora imprevedibili, si presentò alfine nel 1934. L’anno prima Adolf Hitler aveva conquistato il potere in Germania e la…

La bella Italia V

. .. Dopo l’incredibile vittoria di Adua, Menelìk approfittò dell’ascendente conquistato sul campo per allargare e consolidare i confini del suo impero. Grazie a una serie di dure campagne militari, ridusse all’obbedienza anche i ras più riottosi e assoggettò al potere centrale di Addis Abeba i vasti territori dell’Ogaden, del Conso, del Burgi, del Gaffa,…

La bella Italia IV

. . La sera del 29 febbraio (era un anno bisestile), sotto un cielo senza luna, il corpo di spedizione italiano entrò quindi in azione in bell’ordine. Baratieri aveva disposto le sue truppe in una formazione a tridente. All’estrema sinistra, c’era il generale Matteo Albertone con la brigata indigena, circa 4000 uomini comandati da ufficiali…

La bella Italia III

. . Soddisfatto della situazione che si era venuta a creare, il generale Baldissera riteneva che fosse necessario un periodo di calma per procedere all’organizzazione della colonia. Ma così non la pensava Francesco Crispi. Il nuovo capo del governo, tramutatosi rapidamente da ex garibaldino repubblicano in un fervente monarchico nazionalista, era infatti desideroso di trasformare…

La bella Italia II

. . Frattanto, l’infuriare delle informazioni fasulle provenienti dal versante abissino, così contrastanti con la realtà dei fatti, aveva finito per disorientare l’opinione pubblica internazionale. Chi stava vincendo, gli italiani o gli abissini? Si registrarono anche molti episodi curiosi o divertenti. I corrispondenti al seguito delle forze italiane, per esempio, incontrarono spesso difficoltà a far…

La bella Italia

. . Nell’estate del 1935, quando gli italiani si accingevano a conquistare l’Abissinia al canto di Faccetta nera, l’opinione pubblica mondiale, benché in gran parte schierata in favore del paese minacciato, di questo conosceva poco o nulla. Le uniche informazioni diffuse a livello popolare erano quelle che gli appassionati dei giochi enigmistici avevano avuto modo…

Last bomb

. . Last bomb Belfast esulta. La gente si riversa in strada inscenando numerosi cortei. L’Ira, in un comunicato letto alla televisione di Dublino, ha appena annunciato la cessazione delle ostilità, unilateralmente e incondizionatamente. Dopo venticinque anni la città scende in piazza e si ferma per strada, sorridente festeggia la possibilità di una vita di…

Siria, Donald Trump sferra l’attacco

. . Siria, Donald Trump sferra l’attacco: lanciati 59 missili da navi Usa su base aerea attacco chimico Gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili cruise verso la base aerea siriana da cui si presume sia partito l’attacco con armi chimiche nella provincia di Idlib. Si tratta di missili ‘Tomahawk’, lanciati da due navi americane…

Russia, due esplosioni nella metro di San Pietroburgo

. . Esplosioni nella metropolitana di San Pietroburgo, almeno 10 morti La commissione anti terrorismo russa conferma il primo bilancio sulle vittime. I social network rilanciano le immagini di un vagone sventrato e di persone che abbandonano le pensiline invase dal fumo. Almeno due esplosioni sono avvenute nella linea blu della metropolitana di San Pietroburgo.…

Suicide

. . E’ Notte Gli abitanti della città si sono mossi, fino ad ora. Ognuno affaccendato nella sua esistenza quotidiana. Le casalinghe hanno fatto la spesa. Ricchi professionisti e umili impiegati hanno dato il loro contributo all’economia nazionale e sono rientrati a casa, imprecando nel traffico. Giovani studenti sciamano per le strade: hanno passato la…

Ronin

. . Dicono che il Giappone sia nato da una spada. Dicono che gli antichi Dèi hanno immerso una lama di corallo nell’oceano e che, al momento di estrarla, quattro gocce perfette siano cadute nel mare e che quelle gocce sono diventate le isole del Giappone. Io dico, che il Giappone è stato creato da…

Destino

. . . Siete certi, siete sicuri di voler attendere un cambiamento, improvviso, nella vostra vita? Leggete questa storia e ne riparleremo! . . Daniele Nardi passava i suoi giorni sognando una vita migliore. Più visibilmente, li passava facendo il netturbino. Vuotava un bidone d’immondizie nel retro dell’automezzo municipale, e sognava poi ad occhi aperti…

Mille Aghi: Aiuto!

. . . Ieri notte ho fatto uno strano sogno. Una voce di donna mi diceva: — Scusi se ho interrotto il suo sogno precedente, ma ho un problema urgente, e solo lei può aiutarmi. Sognai di risponderle: — Non occorre che si scusi; non era un granché come sogno, e se posso esserle utile…

Il punto …

. . Collaborazione e condivisione sono pratiche originariamente alla base dello sviluppo economico delle società moderne. Sono infatti questi elementi sociali che hanno creato il substrato condiviso necessario, ovvero “le norme sociali” affinche’ potesse diffondersi lo scambio di mercato. Con l’avanzata del mercato in sempre più vaste aree della nostra vita e la diffusione dell’ideologia…