Buona notte

 IN Memory

Buona notte sorellina

 

Pronto?!
Si, pronto.
Ninni?
Si, ciao, dimmi. Come va?
Gò è in ospedale!
Come sarebbe? L’ho sentita appena ieri…
E’ in coma …
No, scusa, come sarebbe “in coma…”
.
E poi la telefonata ebbe un suo seguito e un suo epilogo. Non so piangere, per Dio, non so piangere. Gli auguri per la Pasqua? Forse “qualcuno” ha voluto punirmi per quegli auguri non fatti. Eppure Lunedì io le ho parlato. Era la solita; nessuna tristezza. Anzi. Come al solito c’eravamo affibbiati un bel po’ di nomi con tanto di cognomi: “Ciao stronzetta!”. “No, guarda che lo stronzetto sei tu”.
E giù risate, come soltanto io e Gò abbiamo sempre fatto. Mi ricordo, tanti anni fa, il modo con cui Lei, sorridendo, tentava di convincermi sulla bontà d’animo ora di questo, ora di quello; io, invece, con quel caratteraccio che mi ritrovo, insistevo nel voler frustare a tutti i costi il mondo intero.
Ma eravamo insieme, come sempre.
Eppure oggi, adesso, questa sera, in questo momento, mia sorella è in coma e non so, anzi, nessuno sa darmi un perchè.
Voci, volti conosciuti e sconosciuti, sfilano in lunghe teorie processionali di parole: ma cos’è successo?! Come mai?
E non riesco più a ricordare da quanto, troppo forse, non sento la Sua voce.
Vede, al momento sua sorella vive grazie ad una macchina e …”.
E vorrei piangere, senza riuscirci.
Mercoledì, al suo capezzale, ad appena un giorno dal fattaccio, ho sentito il suo respiro cadenzato dal ticchettìo di un marchingegno illuminato e alieno. Là, su quel letto anatomico, nuda e “riparata” da un lenzuolo bianco, ho rivisto i suoi capelli biondi e l’espressione serena come dormisse.
Oggi son quà a non credere più; come al solito …
“Chissà; vedrà che forse qualcosa succederà … “.
Mentre il solito idiota, alle spalle, bofonchia biascicando: “Devi fartene una ragione. Il buon Dio ha voluto …”.
No!
Nessuno, nemmeno un Creatore che si diverta a creare per poi  distruggere; nessun Creatore, dicevo, degno di tale qualità può essere chiamato “Creatore”.
E mentre cerco un motivo per piangere o uno per gioire, quella macchina scandisce i Suoi momenti infiniti o la fine di questi momenti.
Buona notte sorellina.
 
 
Annunci

Un pensiero su “Buona notte

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...