Riflessioni

(*)Aggiornamento in data 3/5/2007, ore 23.20

 

 

 

Riflessione 1/3 (Bambina nasce in coma)


Nasce malformata  una bimba negli USA. Questione di colonna vertebrale sembra e davanti a lei, giorno più giorno meno, si prospettano anni di vita "per modo di dire". Dolore certo. Per lei stessa e per chi le vive insieme. Operarla vuol dire – forse – allungarle la "vita". Il dibattito, dicono, appassiona l'America e dintorni. Tra tutti – d'eutanasia si parla – i più sicuri si mostrano i membri del clero.

La vita è sacra, dicono! La bambina, comunque, deve vivere e per quel poco che sarà, dovrà sopportare quelle "naturali iatture che la carne, erèdita, nasconde".(Shakespeare)…

Del resto non è la prima, nè l'ultima, nè la sola che come "tanti" può dire, a ragion veduta: "Vorrei abusare della vita ma a me non è concesso".

 


Riflessione 2/3  (Giustiziato dalla Fede)

 

La vita è sacra, dicono i preti, ma la confessione ancor di più.
Adesso l'ha ben capito quel Sullivan fatto secco poco prima di Natale su una siringa americana dieci anni dopo la condanna. L'alibi l'aveva ma – ecco l'errore – era timido e si vergognava di essere omosessuale. Così non aveva voluto confessare, lì per lì, d'essere stato in un bar gay al momento del delitto.
Chi sbaglia paga, insegna la buona società: fosse stato un normale puttaniere non avrebbe avuto paura di far brutta figura e avrebbe salvato la pelle. Tant'è! In confessione, però, il giorno prima dell'esecuzione un tizio rivela d'essere colpevole.

Come da manuale il prete dice il peccato, ma non il peccatore.
Troppo poco per salvare Sullivan, la cui vita è una quisquilia al cospetto dei princìpi. La legge, da parte sua, vuol prove e non chiacchere.
Per i preti, quindi, mai venir meno una sola volta al sacro principio del segreto del confessionale!
Se no, dopo, chi si confessa più?
Meglio ammazzare un innocente che mandare milioni di uomini davanti il Padreterno con l'anima piena di macchie.

Spirit: the first step
Take heart. don't be fool'd.
Don't seek after the seemin'ly easy
way out.
Being onese'f is conscious hard
work. life is still gooddd.
Even tho there are people who
try to make thangs awfully bad.
But after the deluge, the sun
always shines
and trouble, lahk water,
also moves on.

Sullivan

 

 

Riflessione 3/3 (Afghanistan: l'Italia rispetta i patti!)

 

 

In Afghanistan si muore bene e molto spesso il Made in Italy va forte. Le donne si fanno in quattro per l'autografo di un nostro soldato (carabiniere magari).
Ma inglesi e americani han la pistola facile e hanno perso il numero di telefono della Farnesina. Insomma la terra scotta e la pace non la vuole nessuno. Così forse ce ne andremo, ma chi ci governa – che mai e poi mai farebbe uno sgarbo ai "suoi" – ne ha inventata una nuova: ce ne andremo di soppiatto, cominciando dalla fila dietro, così non si vede.
Verona, il Libano, Ginevra, l'Afghanistan e anche la sua Bruxelles …

Il Prode Romano, che è uomo d'onore, non cambia parere, ma sfumature si.
Ogni mattina.
Pace qui pace là, tutti uomini di buona volontà!
Tanto lo sanno tutti  che l'unica pace che interessa a "tutti" è quella del Pentagono; quella dell'occidente; quella "con la democrazia ad ogni costo", senza se e senza ma!

A costo di far la guerra pur di avere un po' di pace  ….

Per stare in pace con i nostri padroni, perciò, ben vengano i missili se devono venire, non vengano se è meglio di no. Se poi, strada facendo, scoppierà qualcosa, noi, sotto l'ombrello del Prode Romano che tutto sa ed a tutto provvede e pensa, salteremo pure "in aria" se sarà necessario. Intanto avremo salvato il principio della fedeltà atlantica o di quella comunitaria, oppure il principio della pace.
Che per loro, poi, è la stessa cosa.

Così sia.

 

 

(*) Raggiunto, da più parti, circa i "contenuti" delle mie riflessioni, ritengo confacente puntualizzare che non esiste alcuna acrimonia nei confronti (da parte mia, beninteso) del Vaticano (la Santa Sede), né, tanto meno, nei confronti di Sua Santità Benedetto XVI, come-di converso-nei confronti di qualsiasi "Capo Carismatico" di Fedi, Credenze rivelate o meno, presenti sul pianeta. Il mio rispetto verso "La religiosità dell'Uomo, racchiusa in una Fede precisa", trascende qualsiasi considerazione nel merito e/o di merito manifestata e riferita in "particolari" momenti della vita sociale. A tal fine, per onestà intellettuale e di principio, pubblico  una "sintesi" a firma  Gianni Santamaria (Avvenire, 2/5/2007) che, "in buona parte" ed a grandi linee, condivido! Grazie.

… «È vile e terroristico lanciare sassi, questa volta addirittura contro il Papa, sentendosi coperti dalle grida di approvazione di una folla facilmente eccitabile». Inoltre l'Osservatore sottolinea come ciò sia fatto tramite argomenti «risibili», che manifestano la «solita sconcertante ignoranza sui temi nei quali si pretende di intervenire pur facendo tutt'altro mestiere». Infine, il giornale d'Oltretevere collega la vicenda al clima di questi mesi, culminato nelle minacce al presidente della Cei Angelo Bagnasco. «Sono di queste ore anche gli slogan nei cortei inneggianti ai terroristi, i messaggi che appaiono su internet, provenienti da "br" in carcere, un'offensiva che cerca di trovare terreno fertile nell'odio anticlericale». Quest'ultimo viene «coscientemente alimentato da chi fa del laicismo la sua sola ragione d'essere, per convenienza politica». Un atteggiamento che usa «interpretazioni capziose di discorsi fatti dallo stesso presidente della Cei, discorsi condotti sempre, come si diceva, in nome dell'amore, in difesa del bene dell'uomo, ragionamenti articolati e argomentati, rivolti a chi ha l'onesta di ascoltarli»….
 

….. «Sono frasi del tutto inopportune, tanto più in una giornata come questa», è stato il commento di Guglielmo Epifani della Cgil. Per Raffaele Bonanni della Cisl, «questo non è il luogo adatto per fare politica e fare divisioni». Angeletti (Uil) ha liquidato quelle di Rivera come «dichiarazioni stupide»….
 

Rivera – artista transitato dal teatro, con Gigi Proietti, alla tv e con Serena Dandini («Parla con me» su Raitre) – alla fine e si è detto «profondamente dispiaciuto di aver creato polemiche così accese nel mondo televisivo, politico e religioso» e si è detto «consapevole di non aver fatto delle esternazioni leggere», ma che non era sua intenzione offendere il Papa e la Chiesa.

 

( … e se lo viene a raccontare "Rivera" in persona possiamo credergli? N.d.R….)

Buona prosecuzione.

 

 

 

 

Annunci

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...