Ferma tutto

.

.

Il terremoto in Emilia.

.

.

Lutto e disperazione in Emilia Romagna.
Ritorneremo nei prossimi giorni per resocontarVi.
Intanto è valido e operativo l’articolo di merito, del bravissimo Giuseppe Iannozzi King Lear e sul quale nutro la MASSIMA fiducia.
Vi resoconteremo al più presto.
Grazie, siamo in zona.
Cordialità
.
.
Annunci

72 pensieri su “Ferma tutto

  1. La situazione è grave, non c’è bisogno, ahinoi, dei giornali per rendersi conto di quella che è purtroppo una lapalissiana verità. Ma ciò che lascia maggiormente basiti è che lo Stato non abbia dato lo stop alla manifestazione del 2 giugno, decidendo così di spendere almeno almeno 2 milioni e 600mila euro, che in altre occasioni – con Forlani, nel 1976, a seguito del tremendo terremoto in Friuli – decise, giustamente, di non dar vita alla prevista parata. Oggi, invece, il Quirinale ha dato il via libera, dicendo che sarà una festa sobria. Una festa, di che? Si stanno ancora estraendo i corpi dalle macerie; la terra continua a tremare (almeno 37 scosse nella sola notte appena trascorsa); le fabbriche sono in ginocchio; gli sfollati sono intorno alle 15mila unità; Modena non esiste più; in ogni dove c’è panico nonostante sia forte la voglia di ricominciare. C’è una Emilia consapevole che lo Stato farà ma farà poco. Gli emiliani questo lo sanno, per cui non si attendono grandi atti di generosità. Lo Stato ha deciso di buttare qualcosa come 3 milioni di euro per una parata che la stragrande maggioranza degli italiani non ritiene opportuna in questo momento (perlomeno stando agli indici statistici odierni e portati su diverse testate online).

    Mi chiedo che faccia bisogna metter su per riuscire a ignorare tutto questo e continuare a sperperare il denaro pubblico. Pietà l’è morta. E’ tragedia nella tragedia quando lo Stato, di fronte a una emergenza di tale portata, pensa a far sfilare i propri soldati a Roma. Ciò non stupisce, non più di tanto: Alemanno, sindaco di Roma, aveva detto che si sarebbe adeguato alla decisione del Quirinale. Il Partito Democratico, per voce di Enrico Letta, deputato e vicesegretario nazionale del partito, appoggia la decisione del Quirinale. Si è arrivati oggi, nel 2012, a rivalutare le scelte di quello che fu definito ‘un uomo grigio’ come Arnaldo Forlani. E’ o non è questo forse segno che il sistema governativo italiano è scaduto in una politica paragonabile a quella degli anni Trenta?

    Pavento che il dramma emiliano sia stato preso sottogamba e che, in qualche modo, lo si voglia ridurre a qualcosa che non deve turbare gli interessi dei politici, dei tecnici che stanno dissanguando, giorno dopo giorno, con scelte inique il popolo italiano tutto.

    Carissimo Lord Ninni, ti ringrazio della fiducia e soprattutto spero di meritarla. Ti ringrazio di cuore per aver segnalato qui, sul tuo ottimo blog (ma definire il tuo un semplice blog è riduttivo) le iniziative di solidarietà aperte e già attive. Spero che siano in molti a portare un aiuto concreto all’Emilia, giacché le istituzioni hanno altro a cui dedicare la loro principale attenzione.

    Con grande stima e amicizia,

    giuseppe

    Mi piace


    • Amico mio, Giuseppe Iannozzi, mirabile giornalista e critico letterario di profondo spessore.

      Hai declinato, in poche battute, una situazione critica che investe le “coste” della repubblica italiana.
      Ti ringrazio della Tua, qualificante, presenza ringraziandoti con profonda amicizia e grand stima.

      Ninni

      Mi piace

  2. E adesso, mio Signore, visono più vicina. Anch’io ho percepito delle scosse sismiche.
    Comprendo, perfettamente, il dolore di chi non ha più nulla se non un pugno di macerie fra le mani.

    Con tanto affetto

    HG

    Mi piace

  3. La disperazione di quanto avviene e quanto avviene è disperato e porta a pensarti dolce Milord, mio appassionato e grande amico, a riflettere sui nostri futuri. Quali futuri conserviamo se, la terra che ci sorregge, ci rifiuta?
    Un caro e dolcissimo abbraccio, mon trésor e per quanti come te stanno documentando la disfatta del tempo contro l’uomo.

    Ti penso … ogni tanto, ma tanto tanto!

    PS: Giovanna! Amica mia, sei tornata? Mi sei mancata tantissimo: Con chi posso sfogare, tutta la mia “gioia”, se non con te?
    Hai dismesso il “cappottino”? Dovresti avere un po’ più caldo, adesso.
    Ti ho sempre voluta bene e lo sai (sono anni ormai), anche se sei invecchiata a dismisura e diventata tanto oscura da essere una “rosella appassita e nera”.
    Io ti voglio bene lo stesso, ma Cherie!
    Lavori, ancora, con l’uncinetto?
    Preparati un costumino da bagno, ma usa il salvagente con la paperina.
    (Mi sei mancata, petite Jeanne).

    Ciao Ninni Milord, mon amour.
    Bisousssssss

    Salutations a tout le mond!

    Annelise pour toi.
    PS: AUGURI DI BUON ONOMASTICO MON TRESOR, PER DOMANI 13 GIUGNO SAINT ANTOINE!

    Paris, 12/6/2012

    Mi piace

  4. Buonasera a tutti i gentili astanti, è sempre un piacere leggere parole e silenzi; bentornata Giovanna, spero Voi stiate bene…

    Mi collego a quello che ha scritto Annelise, ( ti lascio un abbraccio caro, amica mia,mi sei mancata…)
    La nostra terra, il nostro mondo con la sua natura splendida, seppur a tratti distruttiva, non ci rifiuta, anzi, lei ci ha dato le cose migliori… Oceani, foreste, albe magiche…Milioni di luoghi che suscitano emozioni al solo pensiero. Quei luoghi, quelle stesse cose che, noi, poveri omuncoli assetati di grandezza e di megalomania, non siamo stati in grado di apprezzare in pieno. Tantomeno di salvaguardarle. La natura che ci circonda, non ci sta punendo, anzi, cerca di liberarsi dalle catene che noi le abbiamo imposto. Canalizzazioni selvagge, urbanizzazioni, con la conseguente distruzione di immensi spazi verdi, fatte senza rispettare gli aspetti geofisici di quei luoghi che si sono trasfomati poi, in assassini micidiali. Il terremoto, come le alluvioni o altri eventi disastrosi, dovrebbero farci “FERMARE PER UN ATTIMO”, per capire che direzione dovremmo prendere. Ecco che con una nuova presa di coscienza, non ci troveremmo a disseppellire i nostri fratelli e a piangerne la morte. Forse è utopia, ma credo si possa fare qualcosa. Insieme si può.
    Adesso pensiamo a chi ha perso tutto e si ritrova con un solo pugno di polvere in mano.

    Lascio un caro saluto a tutti, NìGhail, Amedeo d’A.,Emilia, Anne Heche,Hilde Strauss, Lady Maria Luisa, Lady Oro fiorentino, Rosa Oscura Giò, Eugenio, Massimo, Annelise Baum, Melissa Ti, Sig. PickWick, Sig. Vintrix, Sig. Seamur, Sir King Lear e Lady Vany, Elena, Generale Ludendorff, Sig.Dudù, Sig.Kuznetsov, Manuela…. tutti….

    A presto…

    Mi piace

  5. Purtroppo accade che, ad un certo punto capisci che la natura ha una forza spaventosa che ci mette KO quando gli pare e piace… In quei brutti momenti pensi che tutto finisce,non pensi certo alla crisi, al paradosso dello spread a tutto quel casino che c’ è…pensi solo a scappare perché viene istintivo.
    Il vero guaio son le vittime…poi i disagi delle tendopoli passano i primi tempi inosservati ci sono comunque tante dimostrazioni di solidarietà ,infinite dimostrazioni, per fortuna esistono tante persone buone.
    Buona notte a Voi Signor Milord ed a tutti coloro che passano qui.
    ♥ vany

    Mi piace

  6. Speriamo che tutto questo dolore possa passare presto…

    Ringrazio di cuore le mie amiche Annelise, Eleonora ed Emma Vittoria per la calorosa accoglienza!
    Io sto bene. Mi sto dedicando completamente al mondo del teatro e ciò mi rende felice.

    P.S:
    Cara Annelise, ormai non lavoro più con l’uncinetto, non ne ho il tempo… Passo le mie giornate (e nottate!) a scrivere. Ti dirò di più: ho appena ultimato 2 nuovi romanzi (uno rosa, l’altro erotico, e ti prometto che appena usciranno ti farò avere la tua copia autografata… contenta ma cherìe?

    E ricordati che le rose “oscure” non invecchiano… Il loro profumo persiste per l’eternità…

    Un mega bacione alle mie amiche e al Milord!

    Giò

    Mi piace

  7. Credo che lo sappiate già My Lord….ma ve la sottopongo:

    Lo Stato tassa pure la solidarietà degli italiani che si stanno mobilitando per mandare aiuti alle zone terremotate dell’Emilia. È il caso del Distretto 2030 del Rotary International che ha messo a disposizione mille tende per gli sfollati. Le strutture, che possono accogliere fino a dieci persone, hanno un valore di 750mila euro. Il governo, anziché ringraziare, gli chiede di pagare 100mila euro di tasse solo perché le tende arrivano dall’Inghilterra e devono sosttostare al regime del 21 per cento di iva.

    “È una situazione assurda, non c’è nulla da aggiungere”, commenta amareggiato a Tgcom24 Giovanni Arimondo, alpino e rotariano. “Noi ci stiamo impegnando per fare solidarietà. Chiedere l’iva sugli aiuti è come chiedere di pagare le tasse a Madre Teresa di Calcutta”.

    Libero… Mercoledì 20 giugno

    Mi piace

  8. BUONGIORNO NINNI… Come stai? hai preso le vitaminiche?
    Ti lascio un pezzo, ma mi astengo nel commentarlo. Tu sai come la penso sul “corvaccio bianco”!!
    *****
    Rovereto di Novi, terremotati sgomberati per l’arrivo di Joseph Ratzinger

    Un cittadino di Rovereto di Novi, uno dei centri maggiormente colpiti dal sisma in Emilia, ha denunciato via web, alcune situazioni davvero incredibili, che penalizzano i terremotati già alle prese con i normali problemi della vita in tendopoli. Sappiamo bene che quando arriva il papa, ci sono dei “miracoli” come la fuoriuscita di denaro dalle casse vuote dei comuni visitati, per accoglierlo nel migliore dei modi (vedi Milano), e in questo caso si è pensato bene di rimuovere le tende dei malcapitati residenti del paese funestato dal sisma, il tutto per non disgustare la sua vista.

    Di seguito, proponiamo il testo integrale dell’appello divulgato su facebook da un cittadino terremotato: Nel giorno 20/06/2012 a Rovereto di Novi (MO) le forze dell’ordine (Polizia e Polizia Municipale), la protezione civile, il sindaco e la digos (!!!) STANNO TENTANDO DI SGOMBRARE IL PARCO ATTIGUO ALLA CHIESA DA TUTTE LE TENDE DEI TERREMOTATI PERCHE’ IL PARCO COSì NON è BELLO DA VEDERE VISTA L’IMMINENTE VISITA DEL PAPA!!!

    La gente del posto ha detto che non si muovono, le autorità hanno risposto: VEDREMO!!!
    Adesso è ora di dire basta davvero!!!
    Non voglio generalizzare, in altri paesi terremotati ci sono realtà diverse, ma in alcuni (come Rovereto di Novi (MO)) stanno avvenendo situazioni fuori ogni logica.

    MANCANO TUTTI I BENI DI PRIMA NECESSITA’, se non hai il braccialetto che ti danno solo se vivi nei campi della protezione civile, non hai diritto a nulla!!!
    NON DONATE SOLDI VIA SMS, piuttosto caricate le macchine di acqua e cibo e andate personalmente là, vedere per credere.

    *****
    BUONA DOMENICA A TUTTI, CON UN ABBRACCIO.

    Mi piace

  9. Ma dico sono impazziti? Ci manca che levino le tende perchè non fanno una bella vista !
    Il Papa deve vedere le cose come sono, anzi poteva andarci prima. Se Dio esiste è proprio dove si soffre che cammina.

    Un abbraccio Lord Ninni con tutto il cuore

    Mi piace

  10. Scende la sera
    La luce è ancora alta
    sull’alberata verde contrada,
    ornata ai margini di rose
    rose bianche e rosse,
    morbide,odorose
    come sostassero
    lì ,ad evocare
    un passato da ricordare.
    Oh Emilia,
    sono un po’ triste
    lacrime rigano
    il mio viso
    geme il mio cuore
    ed il cuore della gente
    mancano pezzi di te
    ma noi non sacrficheremo
    bandiera bianca.


    Buon pomeriggio ♥ vany

    Mi piace

  11. Milord, mio Signore, ci mancate. Eccome.
    Io passo spesso fra le vostre pagine in attesa della vostra presenza.
    Intanto leggo e rileggo, imparandovi giorno per giorno.

    Un abbraccio caro … e un bacio come se Vi avessi visto e conosciuto per la prima volta, semplicemente attendendo che scriviate.
    Saluto anche tutte le care signore e signori qui presenti.

    HG

    Mi piace

  12. Vous êtes une personne grande et belle, mon Seigneur. Une personne à qui le valen la peine de suivre les principes et les souffrances.

    Je laisse un navire de baisers et de câlins.

    Annelise pour toi

    Mi piace

  13. Ringraziammo tutte le Ladies and Gentlemen per la loro proficua e confortante presenza.
    Non specificammo i singoli nominativi, giustappunto, per non creare diseguaglianze tra illustri nomi ricordati e illustri nomi non – immediatamente – ricordati.

    Vi augurammo il migliore bene possibile.

    Ninni

    Mi piace

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...