2013!

Buon anno 2013

Annunci

46 pensieri su “2013!

    • Lady Elena Simonin
      L’augurio primari, mia dolce Signora è che per quest’anno possiate avere tanta e ranta salute per Voi, per Vostro marito e per i Vostri cari.
      Dimenticate, per un attimo, le brutture del mondo. Chiudete gli occhi e quando li riaprirete siate convinta che una nuova era è nata.

      Vi auguro ogni bene.
      Grazie

      Mi piace

    • Don Amedeo d’A. Ricambiammo con sincera gratitudine quanto ci regalaste, durante l’ultimo anno preso queste pagine. La nostra speranza e augurio è che possiate farlo anche per il corrente.

      Grazie

      Mi piace

  1. My Lord, vi auguro ogni cosa buona per questo nuovo anno, che finalmente tutto possa prendere una strada di migliore.

    A tutti i Vostri visitatori auguro ogni cosa bella di tutto cuore

    Con rispetto e affetto
    Giovanna Scaglione

    Mi piace

    • Lady Giovanna Scaglione,
      Il Vostro augurio è giunto nel profondo del cuore. Allo stesso modo Vi doniamo i migliori voti augurali per Voi, la Vostra famiglia, lavoro, salute e tanta tantissima serenità.
      Questo 2013 possa essere, davvero, l’anno della rinascita.
      Grazie

      Mi piace

  2. Ho imparato a conoscere visi dei pazzi, capovolti e dolci.
    Ho imparato a curare carni piagate e ferite d’anima.
    Ho imparato che l’amore annulla ogni dispiacere.
    Ho imparato ad andare al mare anche a 100 chilometri di distanza, sentirne l’odore salmastro che ha… Ci ho nuotato in quel mare e vi ho lancito bottiglie piene di messaggi. Per Te…
    Ho imparato a rinchiudere il cuore in un barattolo di vetro,
    vederne in trasparenza il colore tetro che a volte ha, e riaprirlo al
    tocco gentile di chi mi ama, nonostante tutto.
    A volte quel cuore si muove, sembra che viva lo stesso,
    a volte il mio cuore sembra lucida pietra antica,
    a volte questo mio sembra una farfalla dorata o un petalo di neve,
    a volte il mio cuore s’adagia sul tuo.
    Ho imparato che le bussole funzionano anche senz’ago.
    Ho imparato nuove strade, perdendomi a volte, ritrovandomi.
    Ho imparato che piove solitudine anche in stanze piene di gente.
    Ho imparato che la compagnia più grande è quella che non mi abbandona mai.
    Ho scoperto e imparato la gioia.
    Ho imparato a nutrirmi da sola di abbracci che sanno di sottobosco,
    ma per le carezze e’ servita una madre, una sorella e un unico grande amore.
    Ho imparato che nei visi di nonni abbandonati vi e’ la stessa
    luce brillante di un neonato indifeso, e li ho amati sempre, curandoli.
    Ho imparato che se qualcuno ti strappa le viscere,
    chi ti ama sempre ti ricuce con pazienza, con fili colorati e con punti piccoli e stretti.
    Ho imparato che Venezia sotto la pioggia hai i colori febbricitanti dell’anima e la nostalgia dei violini d’autunno.
    Ho imparato a conoscere anime affini e cuori in tempesta.
    Ho imparato che ogni anno che termina porta con se’ le speranze infrante,
    i dolori infiniti e i giorni pieni di buio, lasciando quelli caldi e pieni di sole.
    Ho abbracciato, abbracciato, abbracciato… asciugato lacrime.
    Ho asciugato anche le mie…
    Ho imparato che l’anno appena passato mi ha dato una grande verità e un’immensa magia… L’amore.
    Imparero’ cose nuove nel nuovo anno che verra’.
    Imparerò che le sofferenze si superano,
    le distanze si annullano,
    che i tuoi abbracci santificano.
    Ma non dimentichero’ che tu sei parte di me.

    BUON 2013 NINNI.

    Per Sempre

    Mi piace

    • Farò della mia anima uno scrigno
      per la tua anima,
      del mio cuore una dimora
      per la tua bellezza,
      del mio petto un sepolcro
      per le tue pene.
      Ti amerò come le praterie amano la primavera,
      e vivrò in te la vita di un fiore
      sotto i raggi del sole.
      Canterò il tuo nome come la valle
      canta l’eco delle campane;
      ascolterò il linguaggio della tua anima
      come la spiaggia ascolta
      la storia delle onde.
      (Khalil Gibran)

      Grazie mia Signora, porgendoVi i nostri auguri più vivi, sentiti e caldi.

      Mi piace

  3. BUON 2013 A TUTTI…

    Con la speranza che i vostri desideri siano tutti esauditi.

    Un abbraccio speciale a NìGhail, Don Amedeo d’A.,Donna Emilia di Roccabruna, Lady Hilde Strauss, Signorina Eleonora, Lady Alessandra Bianchi, Lady Maria Luisa, Lady Giovanna Oro fiorentino, Lady Rosa Oscura Giò, Madamoiselle Annelise Baum
    Miss Melissa Ti, Preg.mo Sig. PickWick, Lady Elena Simonin,
    Preg.mo Sig. Vintrix, Sig. Seamur, Re Beppe Iannozzi e Lady Vani…

    Perdonatemi se ho dimenticato qualcuno…

    Auguri cari…Vostra Emma.

    Mi piace

    • Lady Adinparadise

      My friend,
      which places so far away, you reach your voice of hope and hope, thank you. I thank all the women like you who, like the columns and pillars of a great bridge to infinity. How is infinite affection that people so far away, they should learn how to grow with love, affection in a handshake or a kiss.
      I wish you success, happiness and joy for you, your family and who loves you.
      May this new year bring happiness to walk along the streets and realize that … once again the sun came up.

      Thanks and a hug.

      Ninni

      PS: Sorry for my bad English. thanks

      Mi piace

  4. Che L’Augurio per il Nuovo Anno, sia legato all’Eternità di ciò che l’Anima rende Incancellabile … I Ricordi, i Progetti, le Memorie e le conchiglie raccolte dal fondo dei sogni.

    A Te Ninni e a Tutti gli Amici Splendidi, che questo Luogo lega alla Mia Anima, io dico … siate Preziosi con chi vi è Accanto. Ogni minuto di ogni Attimo è realmente Importante e rimarrà … rimarrà … e resterà con Voi.
    ____
    Mi sono ripetuta Ninni, lo so … l’ho fatto solo perché ci Credo fermamente. Nelle parole e nello spirito di un Nuovo e Rinnovato Cammino.
    Auguri di Cuore per un 2013 all’Insegna delle Verità più Profonde.

    I Miei Rispetti
    Ni’Ghail

    Slàn

    Mi piace

    • Cosa attendono i sogni nel cassetto nascosti tra le pagine di un libro, come un quadrifoglio dimenticato?
      Dove esiste l’alba, dopo l’acuta notte che ci regalerà la pienezza e la gioia?

      Forse nei nostri cuori, Lady Nighail.
      Cuori che mai stanchi, segnano il ritmo della rinascita.
      Una rinascita nel mondo e con il mondi.

      Vi auguro il meglio di tutto, mia Signora.

      Cordialità e buon anno.

      Mi piace

  5. BUON 2013 MIO PICCOLO NINNI…

    Brindo a te e alle splendide persone che ho conosciuto qui… e lo faccio con un testo di Erri de Luca

    “Bevo a chi è di turno, in treno, in ospedale,
    cucina, albergo, radio, fonderia,
    in mare, su un aereo, in autostrada,
    a chi scavalca questa notte senza un saluto,
    bevo alla luna prossima, alla ragazza incinta,
    a chi fa una promessa, a chi l’ha mantenuta,
    a chi ha pagato il conto, a chi lo sta pagando,
    a chi non è invitato in nessun posto,
    allo straniero che impara l’italiano,
    a chi studia la musica…, a chi sa ballare il tango,
    a chi si è alzato per cedere il posto,
    a chi non si può alzare, a chi arrossisce,
    a chi legge Dickens, a chi piange al cinema,
    a chi protegge i boschi, a chi spegne un incendio,
    a chi ha perduto tutto e ricomincia,
    all’astemio che fa uno sforzo di condivisione,
    a chi è nessuno per la persona amata,
    a chi subisce scherzi e per reazione un giorno sarà eroe,
    a chi scorda l’offesa, a chi sorride in fotografia,
    a chi va a piedi, a chi sa andare scalzo,
    a chi restituisce da quello che ha avuto,
    a chi non capisce le barzellette,
    all’ultimo insulto che sia l’ultimo,
    ai pareggi, alle ics della schedina,
    a chi fa un passo avanti e così disfa la riga,
    a chi vuol farlo e poi non ce la fa,
    infine bevo a chi ha diritto a un brindisi stasera
    e tra questi non ha trovato il suo”.
    (Erri De Luca)

    Un abbraccio da parte della Berta.

    Mi piace

    • Un silenzio m’invita
      di perduti sentieri
      a un alto prato ove fra i monti sola
      mi sorprende la sera: e come chiudo
      in me lo sguardo a contemplar intento
      vedo nel buio cuor sorgere un’alba
      e illuminarsi un ignorato mondo:
      dentro di me nascondo un altro cielo.
      E par che il sole che nei boschi cade
      e brune lascia le contrade e i monti,
      in me stesso rinasca ad albeggiare…
      e non tramonti

      Anima senza tempo in te mi perdo.
      Dal profondo m’attiri
      come incantato specchio
      ove per quanto io miri
      non vedo l’ombra del mio viso umano;
      ma nei tuoi gorghi affiora
      un paesaggio arcano
      che di sé le cangianti acque colora.
      Così veduto ho un’altra volta ancora
      le foreste sul mare
      piegar nell’ombra le ispirate fronti,
      mentre i ghiacciai sui nuvolosi monti
      ardean sospesi come organi d’oro
      nell’alba d’antichissimi orizzonti.

      Di memoria in memoria alle perdute
      vite del cielo tornare mi sembra,
      e su laghi di larghi argentei fiori,
      quanto più si rimembra
      l’anima di que’ suoi lontani albori.
      E sento ormai che del corporeo mondo
      ogni apparenza trema e si dilegua;
      questa è la soglia estrema
      ove il pensiero degli umani è spento;
      qui d’un alto spavento io provo il gelo
      e, se tornare anelo,
      non so la via che riconduce in terra.

      Dal nodo delle membra si disserra
      lo schiavo, sciolto; e si ritrova in cielo.
      Ma più grata, al riaprir gli occhi, la cara
      terra che amiamo e le borgate e il fiume
      che il moribondo lume
      della sera d’autunno in se trattiene
      e con purpuree vene
      l’ultima luce per le valli sparge.

      Caro viso di donna anche ritrovo
      sulle fidate soglie
      della casa serena;
      e quasi gli occhi inumidisce il pianto
      se sull’amata bocca e sulle chiome
      bacio l’antica pena
      e il ritrovato incanto
      della vita serena.

      A voi ogni bene, nostra carissima e insostituibile amica.
      Mille di questi giorni e tanti anni sereni a venire.

      Un pensiero, sincero, alla Vostra Dama di compagnia Berta.

      Abbiate il massimo, Donna Emilia.

      Grazie

      Mi piace

  6. Auguri, auguri e tanti tantissimi auguri a te caro Ninni, per un anno bellissimo.
    Tanti tantissimi auguri a tutte le belle persone che ho conosciuto qui.
    Coon un bacio e un abbraccio.

    In questo abbraccio voglio mettere un “inizio” e “una fine”.
    Abbraccio, come inizio, per tanti auguri sinceri la giovane Eleonora e le auguro tanto bene e di conservarsi così.
    Abbraccio, come fine, Emilia di Rocca Bruna e le auguro tanti tanti tanti anni di cose belle e intelligenti che ho letto qui! (Mi saluti Berta)

    Tutti gli amici sono dentro questo abbraccio.
    Tu, Milord (Avec le chapeau sur la tête, un beau Borsalino, tu es très attractifs charmante et séduisante) ti porto qui sulcuore.

    BUON 2013

    Annelise pour toi!
    à Paris Janvier 1, 2013

    Mi piace

  7. Con la speranza di un futuro ricco di gioia e soddisfazioni!

    Concordo con la scelta del testo citato da Emilia:
    Erri è una persona meravigliosa. L’ho intervistato due volte ed è sempre gentilissimo, serio e preciso. Anche se un pò malinconico.
    Mi ha colpito molto la sua risposta alla domanda “Ha dei sogni nel cassetto”
    mi rispose: “Non sono un sognatore, i miei casssetti sono vuoti…”
    (anch’io ultimamente mi ritrovo in queste sue parole… anche i miei cassetti sono vuoti ormai da tempo…)

    Bacioni Ninni!

    Giò

    Mi piace

    • Somewhere i have never travelled, gladly beyond
      any experience, your eyes have their silence:
      in your most frail gesture are things which enclose me,
      or which i cannot touch because they are too near

      your slightest look easily will unclose me
      though i have closed myself as fingers,
      you open always petal by petal myself as Spring opens
      (touching skilfully, mysteriously) her first rose

      or if your wish be to close me, i and
      my life will shut very beautifully, suddenly,
      as when the heart of this flower imagines
      the snow carefully everywhere descending;

      nothing which we are to perceive in this world equals
      the power of your intense fragility: whose texture
      compels me with the colour of its countries,
      rendering death and forever with each breathing

      (i do not know what it is about you that closes
      and opens; only something in me understands
      the voice of your eyes is deeper than all roses
      )
      nobody, not even the rain, has such small hands.
      many, many, many happy dear sweet Marina.
      Cordialità

      Ninni

      Mi piace

  8. Buona Epifania…
    Buona Domenica…

    La Befana vien di notte
    con le scarpe tutte rotte
    col vestito alla romana:
    Viva viva la Befana!”
    “La Befana vien di notte
    con le scarpe tutte rotte,
    con la scopa di saggina:
    viva viva la nonnina!”
    “La Befana vien di notte
    co le scarpe tutte rotte
    le calzette a la romana
    tira giu’ la cappellana.
    La Befana vien di notte
    con le scarpe tutte rotte
    un ciuffone tutto blu
    fichi e noci butta giu’.
    La Befana zitta zitta
    quando vien la neve fitta
    passa riempie la calzina
    oh, che bella Befanina!”

    Buon tutto

    La Befana

    Mi piace

    • Zitti, zitti presto a letto
      la Befana è qui sul tetto,
      sta guardando dal camino
      se già dormono i bambini,
      se la calza è già appesa,
      se la luce è ancora accesa!
      Quando scende è sola sola,
      svelti, svelti sotto le lenzuola!
      Li chiudete o no quegli occhi!
      Se non fate i buoni niente
      dolci nè balocchi, solo
      cenere e carbone.

      Cordialità

      Mi piace

    • Lady Alessandra Bianchi!

      Deponete, pure la scopa. Ci sono nuovi mezzi di locomozione: scape elettriche, vaporelle e affini!

      Nelle brutture del mondo ci viviamo, mia Signora.
      Suggeriremmo di cercare qualcosa dimeno brutto: ecco, qui viene il difficile.
      Nessuno volle la vita facile, però.

      Abbiate i miei migliori voti augurali, Milady

      Mi piace

  9. Eccomi qua, finalmente a scriverti (ho appena terminato di cenare). Non mi sono dimenticata.
    Il mio augurio travalica e supera qualsiasi distanza temporale e non è mai troppo tardi per augurarti un mondo di cose belle.
    Stai facendo cose “stupefacenti” con la bravura e la professionalità che ti contraddistinguono.
    Ti abbraccio con molti auguri.

    Auf wiedersehen.
    Sind sie ein großer schatz!

    L.

    Mi piace

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...