Come andò

.

Come andò.

.

Le cose non sono andate come vi hanno fatto credere.
A quei tempi io c’ero e posso assicurarvi che le idiozie con le quali hanno nutrito le vostre menti e lastricato secoli di storia non sono altro che menzogne. Io ero presente. Io ho visto. Il nostro fu un atto d’amore, di quell’amore pieno e folle che ti porta a mettere in gioco tutto quello che sei pur di vedere realizzato e felice l’oggetto della tua devozione.
Questo eravate per noi. Figli da amare e accudire; da crescere nella luce della conoscenza e della piena coscienza delle vostre capacità. Poco importava che ci fosse stato vietato di avere contatti diretti con voi, con la progenie di Adamo ed Eva, perché non potevamo continuare a restare impassibili di fronte a quello scempio; di fronte a quello spreco.
Voi siete i figli di Dio, ed in quanto tali portate in voi una minima frazione della Sua essenza divina. Ora come allora, non siete nemmeno lontanamente vicini a comprendere che cosa questo significhi. La nostra ribellione, le nostre lotte, almeno,  vi hanno aperto gli occhi ed avete cominciato a capire, a comprendere.
Il prezzo che abbiamo pagato per voi è stato alto, ma a quel tempo eravamo ciechi e stolti.
Alcuni della vostra specie si sono schierati al nostro fianco nella guerra che abbiamo combattuto contro il supremo e le sue schiere, per poi tradirci ed abbandonarci al nostro destino. Anche allora non abbiamo cessato di amarvi.
E adesso sapete; conoscete la verità! Noi per amore vostro e solo per il vostro amore ci siamo difesi dai loro attacchi; dai loro massacri ciechi e furiosi! Loro, in nome dell’ amore, del Loro convincimento, hanno sempre attaccato per distruggere, ucciderci e farci soffrire. Risuonano ancora le urla: “Muori Bestia immonda!” e subito dopo le loro risa. Rivivo ancora quelle orribili nenie blasfeme, dove tra sputi, calci e insulti ci cacciavano dalle case e da ogni dove.
Bruciandoci vivi o torturandoci.
Adesso voi sapete ciò che è vero.
Tra queste braccia è il mio calore eterno!
.
Cordialità
Annunci

36 pensieri su “Come andò

  1. Ho letto per tre volte.
    Il punto di vista, caro dottore, è ineccepibile.
    Mi piacerebbe, però, che la “controparte” potesse accalorare le proprie scelte.
    Da un lato la semplicità del “creato”.
    Dall’altra la complicata matematica del Creatore.

    Bello.

    Mi piace

    • Preg.mo … e io pago!

      Il valore di un contraddittorio è, proprio, la presenza di “valore” tra le parti.
      Malgrado i nostri, ripetuti, interventi “quella” controparte non aggiunse, né tolse alcunché!
      Non fummo meritevoli?
      Non fummo pii nell’accettare supinamente quanto il “Creatore” concesse? Beh, mio signore, non chiedemmo noi di nascere e conseguentemente morire con (probabili) atroci sofferenze, malattie e morti premature.
      Prego: non mi si venga a declamare l’imperscrutabile volere divino.
      Potremmo divenire irresponsabili nelle nostre azioni.

      Grazie e cordialità

      Mi piace

  2. Diavolo è sostantivo maschile, derivato dal greco “diaballo”, dividere, giusto il contrario di “simballo” da cui “simbolo”, riunire …
    La creatura di cui voglio parlare non appartiene a nessuno dei tre regni conosciuti (animale, vegetale e minerale) e fu, all’origine, l’angelo prediletto da Dio, poi per un atto di superbia cade in disgrazia … ( un atto di superbia?) Questo mio scrivere non è già un atto di superbia? …
    E’ caudato, coi piedi caprini, cornuto, con ali di pipistrello. odia il sale, l’acqua santa, la croce simbolo della sua sconfitta e il nome di Cristo. Può assumere tutte le forme che vuole, ma preferisce abitare gli uomini a cui ispira sete di potere, così come ama sedurre le donne, a cui ispira vanità e con le quali spesso giace riempiendo loro il ventre di sperma gelido, lo stesso si dice generò Merlino, il Mago, nel ventre di una vergine.

    Come i cieli superi si strutturano in gerarchie, così gli inferi si compongono di eserciti : cherubini, serafini, troni e dominazioni hanno il loro corrispettivo infero in legioni, coorti e manipoli, ciò che in alto è cori angelici e armonia, in basso è truppe demoniache ed ordine ferreo, al cui apice sta il principe delle Tenebre, il signore delle mosche, il re del mondo: Lucifero, Satana, Arimane, Baal Ammon, Astarotte, Belfagor …

    Per non dire che alcuni dei nomi sotto cui si cela la stessa Forza che sempre pensa il bene e fa il male.
    Questo è e questo rimane .

    Ciao Ninni

    Mi piace

  3. Una sorta di vicenda ancora attuale, purtroppo. Basta guardare qua è là per il pianeta, per ritrovare certe “usanze” in stile Sacra inquisizione. Neanche poi troppo lontano…

    P.S: lo sapevo che il cappello bianco avrebbe fatto colpo!

    Cari saluti

    Mi piace

      • @ANNELISE

        Buonasera, ricambio con piacere il tuo saluto!
        Sono ormai lontani i tempi in cui ci “punzecchiavamo a vicenda” (sinceramente non li rimpiango, allora mi piacevo molto meno, ed ero senz’altro più “frivola” di adesso).
        Ora sono maturata, cerco di impegnarmi giorno dopo giorno per diventare una persona migliore. O almeno ci provo. Ho vinto una borsa di studio per operare con le persone disabili. Sto seguendo questo percorso molto impegnativo, ma allo stesso tempo stimolante e gratificante. Parallelamente mi occupo di danzaterapia, lavorando in vari istituti della zona. E’ per questo che sono spartita dal web. Semplice mancanza di tempo.

        P.S:
        Ho appeso la penna al chiodo. Non era la mia strada. Nè come scrittrice, ancor meno come quasi-giornalista.
        Avevi ragione tu. I miei racconti non erano poi così speciali. La calzetta, però, non la farò mai. Preferisco dedicarmi alle persone meno fortunate di me, cercando di regalare un sorriso, allegria e gioia di vivere.

        Ti auguro ogni bene.

        Mi piace

    • Lady Giovanna Giò di Rosaoscura della Danza

      Vicenda attualissima mia Signora.
      Non immaginate quanto.
      Nella medesima vicenda si inseriscono le frasi Francescane di un individuo che, con tantissima lingua lunga, esperisce molta demagogia sui poveri immigrati, illudendoli circa la nostra terra di Bengodi.
      Tale “soggetto”, infondendo (su competenze territoriali che … non gli competono) speranze dall’alto della propria cattedra, regalando illusioni e … morte!
      Quel signore, amico di dittatori (o quanto meno, muto collaboratore) scambia la “Parola di Pietro” con un’omelia domenicale parrocchiale e con il catechismo dottrinario della comunione.
      Si vergogni, quel blasfemo, la cui arroganza del “so tutto io“, ci confonde e umilia, allontanandoci da, una eventuale, Parola di Dio!
      Ritorni da dove è venuto: lui e tutto il suo bagaglio di inutili nefandezze.

      Grazie per esserci, mia Signora.
      Cordialità

      Mi piace

    • Lady Marina Kanvaki

      Εσείς, κυρία μου, είσαι η χαρά και το επιστέγασμα της αγάπης για την τέχνη.
      ευχαριστίες

      φιλικότητα

      Mi piace

  4. Ecco un passaggio che sa di emozione.
    Un passaggio che colpisce l’anima per le sue verità. Che sono verità assolute.
    Datemi una giustificazione pe dire “non è vero”.
    Sei bravo, caro Ninni.
    Siamo in tanti a volerti bene.

    Annelise pour toi

    Paris, 9/11/2013

    Mi piace

  5. Caro Milord,
    spero abbiate la pazienza di leggermi e di scusarmi se spesso andrò fuori tema. Ho letto con grandissima attenzione e vi assicuro ch’è un pezzo che pochi saprebbero scrivere con la vostra perizia.

    Non ho conoscenze nè teologiche nè filosofiche per cui tutto quello che scriverò è frutto della mia profonda ignoranza. L’unica guida è che tutto il mio percorso scolastico è stato fatto presso le Suore Domenicane di Torino. 13 anni di ottimo insegnamento e 13 anni di religione inculcata a forza, ovviamente.

    Partiamo dal primo punto: ” Dio esiste? ” Se non esiste il discorso è chiuso.
    Punto secondo: ” DIO ESISTE “..

    Io, credo di si, come un’entità superiore che abbia potuto creare la perfezione dell’universo e di tutto ciò che lo definisce. Non credo affatto che Dio si interessi alla razza umana ( una delle tante sulla faccia del pianeta ) Perchè abbiamo il dono dell’intelligenza ? ( Anche gli altri ne sono dotati, come sono dotati di sentimenti adatti a svolgere il loro compito ). Per secoli la nostra ” meravigliosa intelligenza ” ha creato monumenti incredibili, opere d’arte raffinatissime ma il nostro io verso i propri simili peggiorava man mano che si progrediva.
    Ama il prossimo tuo ! Ma dove, quando? La maggior parte dell’umanità non ha fatto altro che ammazzarsi per denaro e potere. E non ha smesso, anzi ora ci mette ancora più impegno.

    La Bibbia: la parola di Dio. ( Qui come minimo mi piomba addosso una scomunica che non basterebbe Canossa per toglierla ).
    La Bibbia non è stata scritta da Dio ma da gli uomini,e hanno iniziato a scrivere il nuovo testamento due secoli dopo la morte di Gesù. Quindi tutto è stato tramandato a parole e sappiamo bene che da una parola detta se ne riportano dieci.
    L’unica cosa che possiamo tenere buona sono i Dieci Comandamenti ( che poi sono una specie di codice etico ).
    Quando la classe clericale ha capito che la paura della punizione divina è un’ottimo modo per far star buona la gente tutto è finito nelle loro mani per l’eternità.
    Buoni, cattivi. Angeli e demoni tutto serve per i loro scopi.

    Se Dio esiste non ha bisogno di schiere di prelati, deve essere nei nostri cuori. Non ha bisogno nemmeno del diavolo. Se Dio è la Perfezione: basta a se stesso e a chi lo sente vicino.

    Scusatemi, Milord, ho detto una massa di stupidaggini, spero di non aver turbato la sensibilità di nessuno e se l’ho fatto chiedo venia anticipatamente.
    Vi stupirà sapere che, comunque, io CREDO in Dio. In un Dio buono che aspetta che la scintilla che ci ha donato si accenda veramente nelle nostre menti.
    Facciamo del nostro meglio e chissà…il diavolo potrebbe anche spegnere il gas!

    Un caro abbraccio e un grazie
    Vostra Orofiorentino

    Mi piace

    • Lady Giovanna Scaglione Orofiorentino

      leggemmo con attenzione il Vostro, dotto, apporto.
      Filosofia frammista a studio filosofico teologico teoretico, laddove avete trattato, nel generale, la Vostra conoscenza, con analisi nello specifico. Per una comune crescita, ci forniste – anche – una teoresi simile, ma non coincidente. Come giusto che sia, in mancanza di “Una” testimonianza diretta e appropriata.

      A tal fine, mia signora, ci permettemmo segnalarvi e segnalare quanto scrivemmo, in passato, con riferimento alla filosofia teoretica, analitica e storica di merito e nel merito.

      .


      20 Marzo 2007

      .

      .


      22 Marzo 2007

      .

      .


      5 Febbraio 2012

      .

      .

      A Voi, mia signora.
      Abbiate una buona e serena domenica.

      Mi piace

  6. Un tema molto particolare, Milord.
    Un tema che fa riflettere e molto.
    Viviamo il tempo di una crisi d’identità che matura, specialmente, nei nostri convincimenti, dietro il muro delle incomprensioni e dentro il vuoto degli ideali.
    Incongruenze, nella fede, non sono presenti soltanto fra la cristianità. Ub senso di inquietudine e impotenza che ci sovrasta ogni giorno.
    buona domenica, milord.
    Saluto i lettori

    Eleonora

    Mi piace

  7. Ecco l’argomento che abbiamo dibattuto, praticamente, da sempre.
    Io una fede l’avrei, anche se molto all’acqua di rose, come potrebbe definirsi nella comune accezione fideistica.
    Tu, lo so, sei un agnostico “razionalista”, non escludi, e non accetti.
    Ovviamente si deve fare una analisi “teoretica” di quanto scrivi.
    in base a questa analisi risulti specchiato, come sempre.
    I miei bastioni, torri, fortificazioni e fortezze, vacillano davanti alla tua “Fede” ferma.
    Forse … dovrei avere la tua “Fede” per aver “FEDE”.
    Una “Fede” pulita, piena di coscienza e di “Creazione”.
    Forse … tu sei il maggior uomo di fede e “luce” per i fedeli che conosca.
    Tutto è amore.
    Tutto!
    E lo riporti, con le tue parole, proprio nel trovare “amore” dove amore non potrebbe esserci: l’espressione del male. Già, quel “male” creato dal “bene” per produrre il “bene”.
    Con il “sacrificio” del male stesso, il quale, nella compiuta e “sciente” creazione, mantiene la “parola data” pur di officiare la vittoria del “bene”.
    Mi chiedo: chi ha più fede?
    Il fedele bello, bravo e buono, soggetto ad una fede che difende dal “male”?
    Oppure il male stesso che, creato “con precisa volontà dal creatore”, sostiene, fino al “martirio” l’opera del “Creatore” stesso?

    Grazie per questi spunti di riflessione, caro Ninni.

    Un bacio ed un abbraccio per il tuo modo di essere.
    Ciao.

    L.

    Mi piace

    • Frau Hilde Strauß

      La “fede” e/o “fedeltà”.
      Che strani concetti, mia signora. Viviamo nutrendoci delle nostre paure che esterniamo, di continuo, al mondo ignaro e ci nutriamo della vita delle paure stesse.
      Quelle paure che tormentandoci, portano le nostre vite ad un bivio: accarezzare la vita, oppure – semplicemente – vivere? Un dilemma, invero, che ha poca vita. un dilemma che viene guidato dal bisogno di socializzare.
      Diteci, mia signora: quanto proponemm, con il nostro scritto, non è – forse – un tentativo di socializzare un fattoo che, l’umanità tutta, avversa? vedete (e come giustamente faceste notare) noi siamo “agnostici razionalisti” e tralasciamo le emozioni ( pure o impure) alla mercé di altri più qualificati.
      La domanda, sotto certi aspetti angosciosa, ci pone nel dilemma: e se, l’accaduto, fosse stato espressione della nostra “arte creativa2, il popolo avrebbe compreso la nostra arte?
      Verremmo uccisi, mia signora.
      Senza alcun appello, crediamo.
      Ordunque, l’uomo ha bisogno di credere e aggrapparsi a qualcosa che lo “salvi”.
      Pur’anche ostico come una “Creazione” incomprensibile!

      Vi ringraziammo.
      Cordialità

      Mi piace

  8. Che mai farebbe il tuo bene se non esistesse il male, e come apparirebbe la terra se vi scomparissero le ombre?
    Michail Bulgakov da: “Il maestro e Margherita”

    Buon giorno Ninni.

    Bene e Male.
    Dio e Satana.
    Una stessa moneta con due lati opposti ma non separabili. Siamo stati allevati, in parte plagiati, con la cognizione estremista di questi termini per discernere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Dio e i suoi insegnamenti sono giusti? La vicenda di Lucifero è la conseguenza, la punizione, di tutte quelle azioni che si ritengono errate? Dio e Satana, il bene e il male sono stati spesso considerati diametralmente opposti e incompatibili, anche se, a mio modesto parere, questo punto di vista è troppo semplicistico e poco realistico. Perfino il più malvagio dei criminali può possedere un grande sentimento di amore e compassione verso i suoi genitori o i figli. Una persona del genere, nel profondo della sua vita, è buona o cattiva? E poi, tutto ciò che viene da Dio è buono e giusto? Prendiamo ad esempio l’ultima tragedia nelle Filippine, dieci mila morti e quattro milioni di bambini colpiti. Tutte queste persone devono aver commesso azioni delittuose inenarrabili dato che il buon Dio li ha puniti così ferocemente; oppure è stato Satana? Io credo che nessuno dei due, posto che esistano, si siano divertiti a giocare con la vita innocente di quelle persone.

    Semplicemente, la natura ha fatto il suo corso ribellandosi ai soprusi quotidiani che commettiamo nei suoi confronti. Ma c’è l’altro lato della medaglia; se un uomo, violenta, depreda, massacra un suo simile, deve esser punito, deve scontare i suoi crimini in questa società e non in quella dei due personaggi astratti che ho citato poco sopra. Il bene e il male di un’azione viene valutato nei termini del suo effetto sulle vite nostre o degli altri, non in base ad astratte regole di comportamento dateci da Dio o segnate da Satana. Credo che tutte le azioni malvagie sono quelle fondate sull’egoismo: esse nascono dall’illusione che la nostra vita sia separata da quella degli altri e che noi possiamo trarre benefici a discapito degli altri. Il “male” considera la vita come uno strumento da usare, non come un fine in sé: un fine assoluto cui è dovuto il massimo rispetto. Il “bene” è ciò che crea un legame tra noi e gli altri, sanando e recuperando i legami profondi con gli altri, aiutando la comunità che ci circonda. Se non si ha il coraggio di contrapporsi a un atto malvagio, o all’odio e alla discriminazione, sia in noi stessi sia nella società, questi aspetti negativi continueranno a diffondersi indisturbati nella società, come, fino ad ora la storia ci ha insegnato.

    Per concludere questa mia filippica, scusami Ninni, credo che “Noi” siamo il terzo lato della moneta. Siamo il lato che può dare equilibrio al bene e al male; a Dio e a Satana. Solo “Noi” abbiamo insita la conoscenza e la coscienza di ciò che è bene o male. Solo “Noi” abbiamo la possibilità di “potere e volere”, “studiare e imparare”, per discernere la verità di ciò siamo e ciò che ci circonda. Scegliere.
    Ce lo hanno venduto, la chiesa e affini, come libero arbitrio.
    Alla fine, ci si trova in tre “esseri” supremi: Dio, Satana e Noi.
    Sono aperte le scommesse per il quarto.

    Chiudo con una frase di Carlo Bini, tratta da il “Manoscritto di un prigioniero”
    “Il Bene e il Male sono i due sproni del mondo, e lo tengono in carreggiata. Se pungesse soltanto il Male, il mondo perderebbe l’equilibrio e cadrebbe tutto da una parte. E così viceversa del Bene”.

    Lascio un saluto cordiale a tutti.

    Buona giornata a te.

    Mi piace

    • Lady Emma Vittoria

      [ … ] Per concludere questa mia filippica, scusami Ninni, credo che “Noi” siamo il terzo lato della moneta. Siamo il lato che può dare equilibrio al bene e al male; a Dio … [ … ]

      Mia signora, il Vostro apporto fu tanto compiuto e completo che, non avemmo altro da aggiungere. Consegniamo, il Vostro scritto, ai posteri per merito e memento.

      Vi ringraziammo Lady Emma Vittoria
      Cordialità

      Mi piace

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...