Fragmenta VI

.

0

Schumacher nessun miracolo. “Pesa meno di 45 kg”
Secondo il quotidiano britannico Daily Express, che cita una fonte vicina alla famiglia, i progressi dell’ex pilota sono “dolorosamente lenti“. Il sette volte iridato di F.1 peserebbe meno di 45 chili.

A scriverlo è il quotidiano inglese Daily Express che, citando una fonte vicina alla famiglia, apre un piccolo squarcio nella proverbiale riservatezza che circonda lo stato di salute dell’ex campione tedesco. Schumacher è rimasto vittima il 29 dicembre 2013 di una rovinosa caduta sugli sci a Meribel, in Francia, da cui non si è mai ripreso.

ANNI DI CURE — Secondo il giornale il sette volte campione del mondo “è ancora incapace di parlare e di camminare e ha una coscienza molto limitata dell`ambiente che lo circonda“. Attualmente sta trascorrendo la sua convalescenza nella casa di Gland, in Svizzera seguito da un’equipe di 15 professionisti coordinata dal professor Richard Frackowiak. Secondo il dottor Francois Payen, che ha avuto in cura Schumacher nell’ospedale di Grenoble, serviranno almeno tre anni per vedere qualche miglioramento.

Il campione dei record, giusto per citarne qualcuno, ma ce ne sono moltissimi:

Maggior numero di titoli mondiali 7 (1994, 1995, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004)
Maggior numero di titoli mondiali consecutivi 5 (dal 2000 al 2004)
Maggior numero di titoli mondiali vinti da campione in carica 5 (1995 e dal 2001 al 2004)
Maggior numero di gran premi disputati con la stessa scuderia 180 con la Ferrari
Maggior numero di vittorie 91
Maggior numero di vittorie in una stagione: 13 (su 18 gare nel 2004) a pari merito con Sebastian Vettel
Maggior numero di vittorie con la stessa scuderia 72 con la Ferrari
Maggior numero di podi con la stessa scuderia 116 con la Ferrari
Maggior numero di vittorie nello stesso gran premio 8 al Gran Premio di Francia (Magny-Cours)
Maggior numero di gran premi diversi in cui ha vinto almeno una volta 22
Maggior numero di stati diversi in cui ha vinto almeno un gran premio 20
Maggior numero di circuiti diversi in cui ha vinto almeno un gran premio 23
Maggior lasso di tempo tra la prima e l’ultima vittoria 14 anni, 1 mese e 2 giorni
Maggior numero di stagioni consecutive in cui ha realizzato almeno una vittoria 15
Maggior numero di stagioni consecutive in cui ha realizzato almeno una pole position 13
Maggior numero di secondi posti 43
Maggior numero di arrivi sul podio 155
Maggior numero di arrivi sul podio consecutivi 19 (dal Gran Premio degli Stati Uniti 2001, al Gran Premio del Giappone 2002)
Maggior numero di arrivi sul podio in una stagione 17 (su 17 gare nel 2002 pari al 100%)
Maggior numero di arrivi a punti 221
Maggior numero di giri al comando 5.111 (per un totale di 24.148 km in 143 gran premi diversi)[81]
Maggior numero di pole position 68
Maggior numero di partenze dalla prima fila 116
Maggior numero di giri più veloci in gara 77
Maggior numero di giri più veloci in gara in una stagione 10 (su 18 gare nel 2004) eguagliato da Räikkönen nel 2005 e nel 2008
Maggior numero di double (pole position e vittoria) 40

(*) Ho saccheggiato Wkpd, non perché non ci sarei arrivato, anzi (probabilmente i dati li conosco a memoria), ma per comodità d’impostazione.

——————————————————

Le mie passioni, che sono fortissime e radicatissime:

Orologi da polso (Una vera mania)
Automobilismo
Baseball
Cricket
Golf
Tiro con la pistola (PGC – Pistola Grosso Calibro – Sono agonista – )
Tae Kwon Do (Cintura nera 6° dan)
Rally
Vela (Ho fatto parte dell’equipaggio della Rolly Go, partecipando sia ai 40 ruggenti, sia ai 50 urlanti)
Aeromodellismo (da fanatico)
Scacchi
Idrovolanti, studio, storia, approntamento modelli (vero e puro fanatismo)
Pittura
Tiro alla donna (Con un Ruger RPR cal.308 Win e diottra telescopica, oppure un Remington, cal.12 a pompa e caricato a pallettoni – 9 palle cromate, in cal.9, alloggiate per cartuccia -, ci si mette appostato sotto un trampolino da piscina. Un tuffo, un colpo)

———–
Questo Fragmenta è dedicato a Michael Schumacher

Cordialità
———————.

1967 Ferrari 312

1967 Ferrari 312

1969 Clemont-Ferrand First GP start

1969 Clemont-Ferrand First GP start

1974 Abarth Osella PA2

1974 Abarth Osella PA2

1990 Mexican Grand Prix Leyton House CG901 Maurício Gugelmin

1990 Mexican Grand Prix Leyton House CG901 Maurício Gugelmin

Alain Prost & Niki Lauda - Marlboro McLaren-TAG MP4-2 - 1984 F1 World Championship

Alain Prost & Niki Lauda – Marlboro McLaren-TAG MP4-2 – 1984 F1 World Championship

Ayrton Senna - Toleman-Hart - Monte Carlo, Monaco Grand Prix - 1984

Ayrton Senna – Toleman-Hart – Monte Carlo, Monaco Grand Prix – 1984

Bernie checking over the Brabham in the garage.

Bernie checking over the Brabham in the garage.

Denny Hulme - McLaren - Watkins Glen, United States Grand Prix - 1968

Denny Hulme – McLaren – Watkins Glen, United States Grand Prix – 1968

Didier Pironi & Gilles Villeneuve - Ferrari 126CK - 1981 Imola

Didier Pironi & Gilles Villeneuve – Ferrari 126CK – 1981 Imola

Gerhard Berger e Michele Alboreto Ferrari F1 87 88C 1988 British Grand Prix Silverstone

Gerhard Berger e Michele Alboreto Ferrari F1 87 88C 1988 British Grand Prix Silverstone

Gilles Villeneuve - 1978 Candian GP

Gilles Villeneuve – 1978 Candian GP

Graham Hill - Lotus - Monte Carlo, Monaco Grand Prix - 1967

Graham Hill – Lotus – Monte Carlo, Monaco Grand Prix – 1967

Graham Hill - Lotus - Zandvoort, Dutch Grand Prix - 1967

Graham Hill – Lotus – Zandvoort, Dutch Grand Prix – 1967

Gunnar Nilsson (Lotus) & Mario Andretti (Lotus) - Jarama, Spanish Grand Prix - 1976

Gunnar Nilsson (Lotus) & Mario Andretti (Lotus) – Jarama, Spanish Grand Prix – 1976

Jackie Stewart - Matra - Clermont Ferrand, French Grand Prix - 1969

Jackie Stewart – Matra – Clermont Ferrand, French Grand Prix – 1969

Jacky Ickx - Ferrari - Monte Carlo, Monaco Grand Prix - 1972

Jacky Ickx – Ferrari – Monte Carlo, Monaco Grand Prix – 1972

Jody Scheckter - Ferrari - Interlagos, Brazilian Grand Prix - 1979

Jody Scheckter – Ferrari – Interlagos, Brazilian Grand Prix – 1979

Juan Manuel Fangio - Maserati - Monza, Italian Grand Prix - 1957

Juan Manuel Fangio – Maserati – Monza, Italian Grand Prix – 1957

Le Mans ~ 1969. The end of the era of the 'running' start

Le Mans ~ 1969. The end of the era of the ‘running’ start

Lorenzo Bandini - Ferrari - Monte Carlo, Monaco Grand Prix - 1967

Lorenzo Bandini – Ferrari – Monte Carlo, Monaco Grand Prix – 1967

Mike 'The Bike' Hailwood - Surtees-Ford - Monte Carlo, Monaco Grand Prix - 1972

Mike ‘The Bike’ Hailwood – Surtees-Ford – Monte Carlo, Monaco Grand Prix – 1972

On this day at the 1992 Belgium GP Michael Schumacher won his first ever Grand Prix! Only 90 more wins followed

On this day at the 1992 Belgium GP Michael Schumacher won his first ever Grand Prix! Only 90 more wins followed

Nigel Mansell - Lotus - Monte Carlo, Monaco Grand Prix - 1984

Nigel Mansell – Lotus – Monte Carlo, Monaco Grand Prix – 1984

Patrick Tambay - Ferrari - Monza, Italian Grand Prix - 1982

Patrick Tambay – Ferrari – Monza, Italian Grand Prix – 1982

Porsche 917 passing a Ferrari 312 ~ Daytona 1970

Porsche 917 passing a Ferrari 312 ~ Daytona 1970

Ricardo Patrese Martini Racing Lancia LC1 ADAC Internationales 1000km Rennen, Nürburgring

Ricardo Patrese Martini Racing Lancia LC1 ADAC Internationales 1000km Rennen, Nürburgring

Start of the 1967 24 Hours of Le Mans

Start of the 1967 24 Hours of Le Mans

Stirling Moss - Cooper - Monza, Italian Grand Prix - 1959

Stirling Moss – Cooper – Monza, Italian Grand Prix – 1959

Stirling Moss (Vanwall) & Jo Bonnier (Maserati) - Silverstone, British Grand Prix - 1958

Stirling Moss (Vanwall) & Jo Bonnier (Maserati) – Silverstone, British Grand Prix – 1958

.______________

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Tutte le foto sono cliccabili.

Cordialità

.

Annunci

22 pensieri su “Fragmenta VI

    • Beh, l’opzione del “tiro al milord” è sempre valida.
      Se posso permettermi un suggerimento, milady. Quando eserciti questa opzione assicurati di essere:
      1° Molto lontana (ti suggerisco un sistema d’arma AGM Hellfire II a carica cava di prossimità. Nei 4 Km dovresti essere abbastanza tranquilla);
      2° di essere certissima di prendermi, soprattutto al primo colpo;
      3° di avere approntato una via di fuga immediata, protetta e soprattutto certa;
      (opzione valida, soltanto, nel caso di conclamata cilecca) di essere certissima di aver affidato l’anima a Dio – se credente – ed avere esperito tutte le pratiche, di prima accoglienza, presso il tuo Padreterno.

      Nella speranza che tu abbia ben compreso le avvertenze d’uso, ti auguro buona domenica.
      Ciao milady

      Mi piace

    • Ti ringrazio. Si, è molto sentito e quello che provo è equamente distribuito per ogni campione che abbia lasciato la propria firma.
      PS: ma dai la mano puoi darmela. Ovviamente senza il braccio.
      Buona domenica

      🙂

      Mi piace

  1. PS: anch’io ho la passione per gli orologi da polso.
    Qual’é quello che ami di più, che alcune volte coincide con quello al polso?
    La marca e il modello.
    Io ho al polso un Omega Speedmaster, ma col cinturino in cocco nero.

    🙂

    Mi piace

    • Credimi, si tratta di una vera mania. Li guardo tutti. Ho una predilezione (come tutti i maniaci) selettiva.
      Andiamo con calma.
      Stiamo parlando, comunque, di orologi meccanici da polso, del tipo automatico, con movimento complicato a far tempo dai sistemi cronografici. Questi sistemi di misurazione del tempo, ritengo, siano la massima espressione della creatività e intelligenza dell’essere umano.
      A questo punto ho aperto le porte del Paradiso.
      Per quanto riguarda l’amore sviscerato per un tipo di orologio o meno e se corrisponde a quello che porto a polso, beh, (si vede che sei un appassionato come me), hai fatto centro.
      Sono un Panerista convinto. Oltre “Le Officine Panerai“, nulla ha più senso nella vita.
      Neanche l’orologio a Cucù della foresta nera e rigorosamente in legno di abete.
      Detto ciò vado con ordine.

      Il tuo Speedmaster Omega è un pezzo che ricorda le supreme conquiste dell’uomo. Una macchina che ha ben meritato l’oro e l’alloro del pianeta. Un sistema di misurazione pressocché perfetto. La manutenzione è importante (ma neanche tanto esasperata).

      (Sono riuscito a trovare questo che immagino sia o possa essere aderente a quello in tuo possesso)
      Linee pulite e soprattutto, dà tutto quello che promette di dare. Cronografo preciso come un “regolo calcolatore”.
      Linea pulita, elegante, di classe e raffinata per un cronografo superiore.
      Siamo nell’Olimpo proprio.

      —-
      Per quello che mi riguarda, ovviamente essendo un fedelissimo panerista, possiedo un (o più, magari, va …) Panerai.
      Lo porto al polso destro (sono ambidestro e scrivo, indifferentemente, con entrambe le mani, con una leggera preferenza per la sinistra, ma è ininfluente, però).
      Il mio è un Officine Panerai, Bottega d’Arte-Firenze, mod. PAM 224 (Che sarebbe con il cinturino nero – proprio come in foto – e che ho fatto sostituire con il classico Panerai cuoio, perché mi piace di più).

      (Questo)


      (Però uso il cinturino del Black Seal, che venne utilizzato per gli appartenenti alla X MAS- Memento Audere Semper – Motoscafo Armato Silurante- appartenuto, sic et simpliciter, al Vate d’Italia: Gabriele D’Annunzio)

      Ovviamente cassa e sistemi in 43 mm.
      ——-
      Nota per i soliti spiritosi.
      Risparmiatemi le solite retoriche populiste.
      Ognuno spende i propri soldi, sudati, come più gli pare e nel modo che più gli aggrada.
      Punto.
      ——-

      Ciao e salutami la partenope Capitale.

      🙂

      Mi piace

    • Due gran campioni, sul serio.
      Consideratone il “destino” mi pongo, come ho sempre fatto, il problema della caducità della vita stessa e dell’insignificanza di fini e/o scopi.

      Oddio no. Natalia no.
      Terrore puro. Primo perché è la figlia di cotanto immortale padre; secondo perché sono 1400 pagine. Stiamo scherzando? 😦

      Grazie per esserci milady e buona domenica

      🙂

      Mi piace

  2. Ma che bello.
    L’Orologio Panerai è famosissimo nel mondo, milord. Una Rolls Royce degli orologi.
    Lo so perché qua, a Belluno, è stata fatta una mostra che era sponsorizzata dalla Rolex che sponsorizzava Panerai.
    Solo per pochi.

    Buona domenica
    🙂

    Mi piace

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...