Il ritorno

.

sin

.

.
“Non è una buona vita quella che mi offri”.
“No non lo è infatti, ma tu la sceglierai!”

.

… e mi fece la sua prima proposta, che accantonai immediatamente!
Sorrideva enigmaticamente nell’ombra ed io non ne capivo il motivo.
Ribattei un po’ seccato
– Non hai di meglio da offrirmi?.
– Certamente, posso offrirti una vita serena con una moglie tranquilla e un figlio che non ti darà problemi, un lavoro facile e redditizio, una bella casa, non lussuosa ma dignitosa, una buona cultura e lunghi anni senza malanni seri….
– Beh anche se anonima mi sembra una buona vita – cominciavo ad interessarmi – cos’altro hai disponibile?.
– Dunque lasciami pensare, ah sì senti che te ne pare di questa: giornalista, vincitore del Pulitzer, sceneggiatore di film di successo, ricchissimo e circondato da splendide donne, salute perfetta…
– Uhm direi che mi interessa molto, dove è il problema?.
Scrollò la testa.
– È una vita breve ma intensa morirai prima dei quarant’anni in un incidente aereo, tutti i tuoi legami saranno di breve durata, intensi, piacevoli, ma non lasceranno traccia..
Cominciavo ad essere deluso.
– Pochi anni di vita, piacevoli ma vuoti, in effetti sarei una meteora che non lascia traccia, come dicevi tu.
– Già vedo che cominci a capire. Allora, accetti la prima?.
Sbuffai contrariato

– Non vedo nulla di attraente nella prima proposta, è una vita che di sicuro nessuno accetterebbe mai!.
– Infatti, nessun altro, ma tu sì!.
– Come puoi esserne tanto sicuro? Non capisco il motivo della tua esagerata sicurezza…
Si accomodò sul sedile e dopo aver raccolto le idee riprese.
– Hai sempre scelto vite simili, è più forte di te. Questa vita è modellata su di te, nessun altro potrebbe sceglierla all’infuori di te, se ci rifletti su è una vita splendida…
Lo fermai con un gesto della mano.
– Che ho scelto sempre vite simili lo dici tu, io non le ricordo, lo sai bene, devo fidarmi delle tue parole, e poi, via, una vita splendida? Ma splendida in cosa? Da quello che mi hai accennato è una vita di dolore, di solitudine, di malattia, di invalidità, di delusioni e amarezze, di rimpianti e di disperazione, cosa ci trovi di splendido in questo?

E tornò alla prima proposta.
– La purezza di un amore oltre la morte; di un amore fatto di rimpianto e di malinconia che ti accompagnerà fino al tuo ultimo giorno di vita. Sì è una vita di solitudine, ingiusta e crudele. Le persone, che faranno parte della tua vita, ti faranno tutte prima o poi del male; tutte ti daranno delusione e dolore, ma non cambieranno il tuo animo. Sarai scrittore e faticherai moltissimo ad affermarti. I tuoi lavori saranno scoperti solo dopo la tua morte. Per tutta la vita avrai solo un lavoro grigio e pieno di umiliazioni e subirai sempre in silenzio, senza ribellarti. Avrai momenti di disperazione ma, nonostante tutto, andrai avanti. Ti guiderà la speranza, sempre tradita, di un domani migliore. Tutte le persone che amerai ti saranno portate via o si befferanno di te. Vedrai cose e colori che altri non possono neppure sognare; udrai la voce stessa della natura, là dove gli altri sentono solo il brusio della folla; avrai il cuore pieno di amore e non avrai nessuno a cui darne.
Scossi la testa di nuovo.
– Non mi piace, sarei un folle ad accettare una vita simile, possibile che non vi è nulla di bello in essa, nulla che possa renderne meno pesante la scelta?.

Era deluso.
– Tu non mi ascolti! Ti offro qualcosa di unico e sublime, sarai l’unico al mondo capace di amare con animo puro ….
– Oh sì certo però, senza trovare chi accetterà questo amore. E allora che vi è di sublime in una vita fatta solo di dolore ed umiliazioni?
– Ma tu sarai amato!
Lo guardai interrogativamente.
– Hai appena detto tutto il contrario, che perderò sempre chi amerò, che avrò solo disillusioni e amarezze, allora in cosa consiste questo amore?.
– Lei ti amerà oltre la sua stessa vita. La perderai, ma vivrà nel tuo cuore per tutta la vita; ogni volta che un nuovo dolore ti toglierà la forza di andare avanti, lei sarà accanto a te e nel tuo cuore e nei tuoi sogni; a lei dedicherai le tue pagine più belle. Molte volte sarai ingannato ed alcune oseranno paragonarsi a lei rediviva e tu crederai loro, ma ogni volta, dopo ogni nuovo inganno sarà solo lei ad esserti accanto con il suo ricordo. Un amore può durare anni, anche molti, ma sempre vi sono screzi e battibecchi. Il tuo amore, invece, durerà fino alla morte ed anche oltre. Vivrà per sempre finché le tue parole saranno lette; vivrà dopo che la carta sarà polvere perché un amore, che va oltre la morte, diventa leggenda!.
Ero turbato ed amareggiato, poi timidamente avanzai una nuova obiezione.

– E lei? L’hai già trovata? Troverai chi accetterà di morire senza vivere la sua vita come la sognava? Si accontenterà di una vita così breve che durerà solo nel ricordo che io ne porterò in me?.
– Sì, l’ho trovata, ha accettato subito!.
– Ha accettato così poco?”
– Ha accettato qualcosa che nessun’altra donna conoscerà mai: vivrà in eterno nei tuoi sogni e nelle tue parole; vivrà nel cuore di tutti coloro che leggeranno le tue parole. Vivrà mille, milioni di vite grazie a te. Già una volta l’hai resa immortale, quasi mille anni fa, ed i vostri nomi di allora sono leggenda e saranno di nuovo leggenda perché riperpetuerai, con questa nuova vita di dolore, il sogno di un amore che è fuori dal tempo e dallo spazio. Lei ha accettato e tu lo farai per lei..
– Quasi mille anni fa, e dopo di allora?”.
– Qui il tempo scorre diverso, ed è giunto il tempo di tornare nel mondo per riperpetuare quella leggenda, perché l’amore sta svanendo dal mondo. Troppa arroganza, troppa avidità, troppa rapacità, confondono con l’amore qualcosa che non è neppure degno di esservi paragonato. Hai già cantato l’amore e dopo mille anni la tua vita rivive nei sogni dei poeti. La tua terra è cambiata, molto cambiata. Non la riconosceresti più, ma riconoscerai i tuoi versi. Li amerai come hai amato lei. senza averla mai vista. Il mondo ha bisogno di amore, ha bisogno di un sogno, offrilo tu questo sogno, offrilo di nuovo. Lei non ha esitato, perché esiti tu ora?.
Iniziavo ad essere turbato ed angosciato.
– Lei vivrà poco, non è giusto che non debba conoscere neppure la dolcezza di un bacio.
– Neppure tu conoscerai quella dolcezza ma, dopo anni trascorsi nel rimpianto e nella solitudine, la tua anima metterà le ali e scriverai le pagine più belle che mai siano state scritte per una donna, e quelle pagine le avrai scritte per lei! – mi osservò con dolcezza – Ti sembra ora una vita così inutile e vuota?.
– È una vita di immenso dolore …
– Vedrai colori che neppure in sogno gli altri possono vedere!.
– Di infinita solitudine …
– Non sarai mai solo. Se cercherai in te la troverai sempre; sparirà quando ti ingannerai su qualcuna che si prenderà gioco di te, ma non ti lascerà mai …

– Sarà una vita dimenticata e trascorsa nell’ombra …
– Certo! Ogni cosa che intraprenderai sarà condannata al fallimento. Deve esserlo, non può essere altrimenti…

– Vivere senza amore è terribile!.
– Tu farai dell’amore una leggenda. Dopo mille anni darai al mito nuova linfa; solo negli ultimi anni di vita riverserai sulla carta un canto d’amore che scuoterà gli animi sin nel profondo. Allora ricercheranno i tuoi scritti ed in ognuno di essi troveranno l’eco di quel canto. Lo scopriranno quando tu avrai chiuso gli occhi, ma le tue parole non saranno mai dimenticate…

– Sarò poeta?.
– Lo sei già stato, poeta e musicista. Sarai narratore invece e narrerai i tuoi sogni e le tue speranze; le tue illusioni e le tue amarezze. Non ti ascolteranno. Poi, un giorno, parlerai solo di lei; scopriranno quelle parole e non le dimenticheranno mai …
– È così difficile decidere …
– Hai già deciso! Hai già deciso quando ti ho detto che lei aveva accettato una vita breve perché tu possa cantarla e ricordarla anche alle stelle immobili e lontane.

Non potevo far altro che annuire.
– Sì ho già accettato, hai ragione. E’ l’unica vita che potrei scegliere di vivere, ma ricorderò questo dialogo?.
– No, sai bene che non lo ricorderai. Per anni soffrirai per il destino ingiusto e doloroso che ti priverà delle gioie più semplici, poi a poco a poco capirai ed un giorno scriverai le tue pagine immortali, ma non lo saprai mai. Per tutta la vita vivrai nell’ombra e nel dolore; solo nei sogni a volte avrai vaghi bagliori di ricordi e ti serviranno per andare avanti, per trovare il coraggio di vivere fino in fondo il tuo calvario.

– E dopo? Vi sarà una vita in cui potremo amarci? Tutta questa sofferenza avrà termine un giorno?.
– Forse sì, forse no, forse sarà nuovamente necessario il vostro sacrificio per ridestare di nuovo il mito dell’amore, ma una vita la vivrete assieme, non so dirti quando avverrà, ma verrà quel momento se avrai la forza ed il coraggio di attenderlo. Lei ha questa forza e tu?.
Sentii un tocco lieve sulla mia spalla e sollevai gli occhi.
Quella donna, l’Antica Dama, mi faceva coraggio con la sua vicinanza.
Non ebbi più motivo di esitare, le accarezzai la mano, chinai il capo e feci cenno di si con la testa.
Accettavo, per amore!
– La riconoscerò subito?.
– Vi riconoscerete subito e sarete sempre vicini per il poco tempo che lei vivrà dopo averti ritrovato.
Lei mi strinse la spalla per farmi coraggio ed io chinai la testa.
– Accetto, è l’unica vita che potrei scegliere …

Vi fu un lampo abbagliante e poi suoni distorti e chiassosi. Una luce insopportabile. Sentii un pianto lontano, come di dolore e mi accorsi che ero io!
Una voce, insistente, nelle orecchie: “Ninni, Ninni, sorridi alla tua mamma! Buono piccolo, sta buono”.
Ma non vidi nulla e non potei mettere a fuoco.
Sentii soltanto un immenso dolore e in qualche modo capii che quello, per me, era solo l’inizio …
.

Annunci

60 pensieri su “Il ritorno

    • Annelise Baum

      Grazie mia signora.
      Come far tacere la voce della coscienza analitica quando, tutto interno, il mondo decad e?
      L’Uomo ha bisogno di una giustificazione. Ecco l’offerta e … il ritorno.
      Grazie

      Mi piace

    • Spillo

      Sì, la forza delle emozioni può guarire questo secolo denso di cinismo e siccità.
      Se riuscimmo a dare un piccolo contributo e offrire un po’ di introspezione, beh per noi lo scopo fu raggiunto.
      Cordialità

      Mi piace

  1. Leggo una bellezza senza pari e una sensibilità che trascende il mondo intero.
    Leggo la forza di un grande sentimento e leggo la bellezza delle tue parole.
    Sì, Ninni, mi hai commossa. Emozionata.
    Questo è un pezzo che prende a schiaffi il cuore di ognuno, pieno di dolore, e pieno d’amore.
    L’Antica Dama sta tornando …
    Grazie mio signore, per queste pagine che arricchiscono il cuore e capisco che sono egoista. Tanto egoista.

    Un bacio milord,
    Buona giornata a te.

    Lilly

    Mi piace

    • Lilly Simoncelli

      La nostra aridità, mia signora, ha un solo nemico: la scrittura.
      Essa stessa ci offre, come fece per il passato, la giusta forma e la struttura della vita.
      Ma, nel nostro caso, mia signora, è come voler dare forma all’acqua.
      Provateci se ne siete capace.
      Grazie milady e cordialità vivissime.

      Mi piace

  2. Sono sempre più affascinata dalla vostra scrittura milord.
    Un brano emozionale forte e perfetto. Mette a nudo l’animo umano e ripropone il tema della coscienza tra individui. Ha affrontato, anche, la suggestione in amore fatalizzando i dolori esistenziali in un colloquio.
    Molto molto bello.
    Sono seduta con alcune amica presso un dehor, qui a Milano e stiamo facendo a gara, con l’Ipad, per leggere e approfondire. Voi siete una gran bella sorpresa. Ci stiamo impegnando a leggere tutto quello che vi riguarda.

    Grazie per questi momenti così intensi.

    Lady Anna

    Mi piace

    • Anna Blu

      Ci rallegrammo per la vostra felicità e ci confondeste per e frasi gentili. Probabilmente l’incanto dell’immagine, nella parola, rimane semplicemente un incanto.
      Probabilmente le parole o i dilemmi andrebbero ulteriormente analizzati e spiegati.
      Probabilmente…

      Ma è anche molto probabile che, la nostra presenza in questo mondo, abbia bisogno di motivi per giustificarsi da se stessa e se tali motivi non si trovano è come morire dentro, in attesa di morire fuori.
      Non avrebbe alcun significato.
      Grazie per aver letto, milady.

      Cordialità

      Mi piace

  3. Se tutti quei eterni interrogativi che macerano l’anima, si dovessero presentare in gran numero, sicuramente saprò cosa fare e a chi rivolgermi. Lei mi ha, in pratica, costretto a leggerla per capire e compremdere le sue parole che, come ormnai tutti ben sappiamo e conosciamo, conservano tanto e danno tanto.

    Il potere dell’emozione e del sentimento, in questo brano, è molto forte e intenso.
    Pagine così raramente, molto raramente, si leggono.

    Buona giornata

    Mi piace

    • Furio C,

      Sono gli interrogativi, il dubbio, la domanda che mandano avanti un “Creato” senza alcun motivo e giustificazione della sua presenza.
      Viviamo, forse, per morire e chiudere una parentesi insussistente?
      Tentammo, caro amico, di darne qualcuno … di motivi.-
      Motivi che la Grande madre potrebbe sciogliere

      Grazie per la generosità

      Mi piace

  4. Bello. Un brano che parla al cuore e parla di sentimento, di amore che anche se l’apparenza ci dice e ci parla dell’assenza, da una speranza.
    Una bella speranza per tutti.
    C’é, allora una soluzione?
    Si può amare ancora?
    Grande milord, interprete dell’amore più vero.
    Torna l’Antica Damaaaaaa

    bello bello bello bello
    😀

    Ciaoo

    Elena

    🙂

    Mi piace

    • Elena Simonin

      la parola al sentimento, mia signora, è necessaria per vivere e crescere nella interrelazione con l’Umanità.
      Un gioco che costa un nuovo sentimento nel ruolo delle parti tra la memora umana e … quella divina.
      Grazie per esseric mia signora

      Cordialità

      Mi piace

    • Diadumeno
      (Sospendo, momentaneamente, il Voi)

      un inno al re-inizio.
      L’inizio di un qualcosa è sempre e/o da sempre è legato all’umanita che ci circonda.
      Riscontro che certe analisi, molto spesso, sono legate ad un certo tipo di mentalità Attenzione, amico mio, non trovarmi la solita trita e ritrita frase che abbiamo bisogno di una mentalità progressista perché è sbagliato, Cosa significa “mentalità progressista? Credo che attribuire la solita etichetta, all’italiana, nello stigmatizzare un “tipo” di mentalità quando, la conprensione sotto il livello emozionale, sia un’altra cosa.
      Per cui, per cortesia, non mettiamo etichette, grazie.
      Quando vedo etichettare un qualcosa mi viene l’orticaria.
      Non si etichettano le persone, “amico mio” (ovviamente se vorrai continuare ad essere mio amico dopo questa filippica. Anzi, ti chiedo scusa, ma mi è salito il sangue alla testa, certe cose non le posso proprio leggere!).
      Ciao e grazie

      (Riprendemmo il Voi)

      Mi piace

  5. E’ proprio in questi suoi racconti così umani che trovo un’ispirazione letteraria. L’amore che si consuma con ardore come legna sul fuoco o l’immortalità di un amore altrettanto forte ma spirituale ed immortale?
    Un giorno da lupo o 100 da pecora?
    Un dilemma dell’esistenza, quasi meglio non dover scegliere ma, ripensandoci bene, forse la scelta è stata già fatta eccome.
    Filosofia Milord e tutti gli onori anche all’Antica Dama.
    Grazie per questo pezzo indimenticabile.

    Mi piace

  6. Amico mio,
    un pezzo forte. Gronda passione e rabbia, senza rassegnazione. La rabbia della sopravvivenza malgrado tutto.
    Invidio il tuo modo di scrivere.
    In senso buono naturalmente.

    la cosa bella è che, dopo tanto tempo, rileggo un accenno all’Antica Dama.
    I tempi di Splinder.

    Ciao

    Mi piace

    • Gianluigi
      La rabbia della sopravvivenza, malgrado tutto e soprattutto tutto.
      Magari potessimo avere l’opportunità di scelta.
      Magari.
      Sarebbe tutto più facie e semplice.
      Vi ringraziammo milord.
      Salutazionità

      Mi piace

  7. “Non è una buona vita quella che mi offri”.
    “No non lo è infatti, ma tu la sceglierai!”

    La fatalità di una vita bella, per le anime belle.
    Un brano che mi ha coinvolta, milord.
    Un brano che mi ha emozionata.
    Un brano che mi ha ….

    Buona serata mio signore

    Mi piace

    • Lady Alessandra Bianchi

      Beh, l’impatto alla tristezza, mia signora, è una conseguenza emozionale riferita più a chi legge personalmente, che a tutti gli altri in generale.
      Per noi, ad esempio, se esistesse qualcosa di soprannaturale che, comunque, potesse metterci davanti ad una scelta nei termini indicati dal racconto stesso, sarebbe un evento estremamente fortunato.
      Sì, ci sarebbe il campo della scelta che è un po’ triste, ma quanta gioia quell’opportunità quando, molto spesso, l’opportunità stessa non si può esercitare rimanendo vittime del tempo, della storia, del destino o di chissà che altro.

      N’est pas?
      Buona giornata e cordialitazioni

      PS:
      In merito ai vostri riferimenti (parlammo perché sappiamo che foste un’eresiarca), escludendo Leopardi, nel primo vostro esempio per noi si trattò della doppia faccia di una medesima medaglia.
      Rifletteteci: gli intenti sono simili, solo più equilibrati nel contesto storiografico, tali da opporre un sano equilibrio al fanatismo.
      Sempre in riferimento filosofico e dunque, teoretico e in contrapposizione fra vita contemplativa e vita attiva.

      La nostra è Silvia, come cantata da Leopardi.
      L?attendiaamo ancora da una città di mare.
      Ella ci aspetta e anche noi

      Due facce, rigorosamente, della stessa medaglia!
      Many thnx

      Mi piace

  8. Stiamo ascoltando:

    Quiet Nights Of Quiet Stars (Corcovado) – Oscar Peterson Trio

    seguirà (già in scaletta),
    Queen – Who Wants To Live Forever

    Lasciammo, vieppiù, un saluto alla piccola Emmina e alla grande piccolina Bubbarella Chou Chou.

    ___________

    Vous m’avez dit, tel soir, des paroles si belles
    Que sans doute les fleurs, qui se penchaient vers nous,
    Soudain nous ont aimés et que l’une d’entre elles,
    Pour nous toucher tous deux, tomba sur nos genoux.

    Vous me parliez des temps prochains où nos années,
    Comme des fruits trop mûrs, se laisseraient cueillir ;
    Comment éclaterait le glas des destinées,
    Comment on s’aimerait, en se sentant vieillir.

    Votre voix m’enlaçait comme une chère étreinte,
    Et votre cœur brûlait si tranquillement beau
    Qu’en ce moment, j’aurais pu voir s’ouvrir sans crainte
    Les tortueux chemins qui vont vers le tombeau.

    (Les Heures d’après-midi, Le milord pour vous)

    🙂

    Mi piace

  9. Esiste nell’intimo di ognuno, una forma mentale, una sintesi che si collega sempre al nostro spazio intimo.
    Una vera felicità che non si può né capire, né comprendere perfettamente se non ci si mette e rimette in gioco.
    Lei, milord, mi sta spalancando un mondo che credevo relegato soltanto alle mie favole di bambina.

    Mi fate sognare, mio signore (mi permettete la confidenza, vero?)
    E’ bello potervi leggere, così, a nudo.
    Molto vero.
    Grazie

    Anna

    Mi piace

    • Anna Blu

      La vostra presenza, presso queste umil pagine, milady, iniziano a riempire l’aria di profumo.
      Grazie per le parole gentili e le generose espressioni che ci riservaste.
      Abbiate le nostre cordialità

      Mi piace

  10. Nel gioco delle emozioni vincono le passioni.
    In quello delle passioni, vincono le emozioni.
    Nel tuo racconto vince la persona intesa come tale e nel contesto della propria vita emozionale.
    Fosse così avrei accettato anch’io.
    Molto bella sul serio. E che bella letteratura.

    Bacio ciao

    Mi piace

    • Hilde Strauß

      Nel gioco dei silenzi e degli specchi, l’ultima parola viene data dall’emozione. un’emozione forte che ripete quanto bella sia una vita spesa per la comprensione degli altri e un’interazione completa, che viverla giusto per vivere l’esperienza sulla terra.
      Questa è una nostra precisa convinzione, mia signora.

      Un caro arrivederci

      Mi piace

  11. Si vive dentro a un sogno … dio sogno, caro milord direttore.
    Cosa ci rimane fra le mani?
    Ci rimane una promessa che, però, non può essere ricordata. Andare allo sbaraglio dietro una promessa.
    Sì, accetterei anch’io, ma poi? Tanto non e lo ricordo.
    Un bel pensiero.
    Una bella riflessione.

    Un bacio, ciao

    🙂

    Mi piace

    • Isabella Ozieri

      Cosa rimane fra le man.? Che bella domanda mia signora. ma una tale richiesta di chiarimento implicherebbe, comunque, la comprensione della nascita e soprattutto il suo perché. Lo sapete voi? Se ci risponderete, potremo iniziare a comprenderne i motivi, le motivazioni e soprattutti i perché.
      Grazie per esserci, Isabella. Un caro saluto alla città di Firenze, malgrado abbiadato – suo malgrado – i natali a Matteo Renzi. 😉

      Cordialità

      Mi piace

    • Manuela Rovati

      Detto da voi, ovvero, leggervi mentre scrivete di amore e sentimenti, ci allarga il cuore.
      Usciste, dunque, dal consesso delle streghe?
      Terminaste i vostri Sabbah?
      La smetteste di mangiar bambini?
      Ecco, se tutto ciò fosse vero, probabilmente sareste molto carina, anzi quasi bella và…
      Un caro saluto

      🙂

      Mi piace

  12. Va oltre la comprensione umana e realistica della vita.
    Una sensibilità forte Ninni.
    Merce rara, molto rara di questi tempi. Incredibile come una persona cerchi per anni qualcosa per poi trovarla in un blog.

    Ciao mio signore.
    Un buongiorno bello per te.

    Susi

    Mi piace

    • Circe

      Grazie mia signora Susi.
      la vita, questa grande incognita cantata da molti poeti, narratori e registi, riserva-ogni giorno-molte sorprese.ù
      Riservo, sempre, il dubbio che non sia reale.
      Dunque, cos’é reale e cosa no?
      Vedremo…
      Grazie

      Mi piace

  13. bello e potente. Un pezzo che mette i brividi.
    Per chi ce l’ha, mette a nudo la propria coscienza.
    Una bella lezione morale.
    Ciao Nì

    PS: allora, stai pensando sul serio a un ritorno dell’Antica Dama?
    Sperem.

    Ciao

    Max

    Mi piace

  14. Riesci a prendermi per i capelli e farmi fare quello che vuoi.
    Un pezzo che fa penssare, che gonfia il cuore di lacrime, dolore e quasi una tristezza predestinata.
    Ma forse è meglio così.
    Forse, come dici tu, siamo nati per soffrire e ci riusciamo benissimo.
    Ti stimo tantissimo Ninni.
    Un bacio.

    Lilly

    Mi piace

    • Lilly Simoncelli

      Mia signora, prendervi per i capelli? Voi vi state ponendo con una sensualità al di fuori dell’usuale. Quasi pronti a … frustarvi.

      🙂

      Non preoccupatevi, le nostre sono soltanto parole e nulla più.
      Grazie per esserci e cordialità

      Mi piace

  15. Leggo fra queste righe il Tormento dell’EsserCi a dispetto di un’Assenza che comunque non Abbandona Mai l’Ombra cui è Legata a doppio Nodo.

    Leggo nel Passato come se da uno Specchio trasparisse il Riflesso di un Mondo che pareva dimenticato nel fondo più fondo.

    Leggo nell’Anima di un condannato all’Amore … ed una pioggia scivola fra i pugni serrati e le lacrime confuse dai Sogni.
    Qui, in questa Porzione di Infinito traballa una Luce che Mi Piace e che già Posseggo in linee e contorni … c’è qualcosa d’altro… forse, che rincorre le Ferite e ne traccia i sentieri Prodigiosi e Voglio che questa Immagine cresca e si scontri con l’Apparenza che inquina il Silenzio.

    Voglio che la Poesia Urli con gli occhi lucidi e che affiori, in questa esistenza fatta di minuscole miserie; come un Tesoro il cui valore venga riscoperto da un ignaro Avventuriero.

    La Profonda comunione dell’Oggi con le Brume di ciò che è stato, ha giaciuto e giace fra le Vostre Verità … Milord …

    … nessun Luogo è più Sicuro e più Caro.

    I Miei Rispetti
    Ni’Ghail
    Slàn

    Mi piace

  16. A Bhean Uasal NìGhail

    Lunghe scogliere lontane e folate di vento gravide di pioggia.
    Un misto tra poassione e ricordo.
    Ecco l’effetto delle vostre parole, A bhean Uasal, una gioia incommensurabile potervi leggere.
    Leggere con attenzione e quella gioia che soltanti i secoli passati possono dare.
    Grazie per esserci e felici del vostro ritorno.

    Slàn

    Mi piace

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...