Sea Watch 3: Arrestata la comandante Carola Rackete

.

.

Sea Watch 3 a Lampedusa, arrestata la comandante Carola Rackete: processo per direttissima
.
Sbarcati i 40 migranti
La comandante della nave finirà ai domiciliari per aver forzato il blocco e speronato una motovedetta della Gdf. Applausi e urla sul molo: “scontro” tra sostenitori e contestatori della Ong. Salvini: “Garanzie di accoglienza da parte di cinque Paesi” La nave è stata condotta a due miglia dalla costa di Lampedusa per motivi di sicurezza. La presenza dell’imbarcazione in porto dava luogo a due problemi: il primo riguarda i decolli e gli atterraggi degli aerei, in quanto l’albero della Sea Watch 3 è molto alto e interferisce all’interno del cuneo di sicurezza di decolli e atterraggi del vicino aeroporto; il secondo riguarda i traghetti di linea che collegano Lampedusa con il resto della Sicilia, in quanto la nave della Ong impedisce il loro attracco. La Rackete è considerata responsabile della violazione dell’Articolo 1100 del codice della navigazione. Alla comandante potrebbe essere contestato anche il tentato naufragio della motovedetta della guardia di finanza, speronata dalla nave durante la manovra di attracco. In precedenza la Rackete era stata iscritta nel registro degli indagati dalla Procura di Agrigento per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per rifiuto di obbedienza a nave da guerra.

Danneggiata la motovedetta della Gdf –
Prima di attraccare, una motovedetta della guardia di finanza ha tentato infatti più volte di impedire l’ormeggio fino a quando si è dovuta sfilare per non rimanere incastrata fra la Sea Watch 3 e la banchina. Il mezzo dovrà essere portato quasi sicuramente in cantiere per essere riparato. L’unità della Gdf stava ormeggiando quando è stata speronata dalla nave dell’Ong tedesca. Solo grazie alla prontezza del pilota e a un perfetto coordinamento dell’equipaggio è stato evitato il peggio. La motovedetta, infatti, è in vetroresina mentre la nave è in ferro; il problema riguarda naturalmente anche le dimensioni delle due imbarcazioni, che sono in rapporto di uno a trenta circa.

L’Ong: “Non avevamo scelta” –
“Non avevamo scelta. Alla comandante non è stata data alcuna soluzione di fronte a uno stato di necessità dichiarato trentasei ore fa e quindi era sua responsabilità portare queste persone in salvo”, ha affermato la portavoce di Sea Watch, Giorgia Linardi.
“La violazione – ha aggiunto – è stata non del comandante, ma delle autorità che non hanno assistito la nave per sedici giorni”.

La Procura: “Violenza inammissibile” –
“Le ragioni umanitarie non possono giustificare atti di inammissibile violenza nei confronti di chi in divisa lavora in mare per la sicurezza di tutti”, ha sottolineato il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio.

Applausi e urla sul molo –
Sul molo di Lampedusa si è consumato uno “scontro” tra opposte fazioni. Da una parte i sostenitori dell’Ong che hanno applaudito la scelta della comandante, dall’altra un gruppo di residenti, tra cui l’ex vicesindaco Angela Maraventano, che ha urlato e inveito contro i volontari dell’organizzazione. “E’ una vergogna – ha urlato Maraventano – qui non si può venire a fare quello che si vuole, non venite nelle nostra isola se no succede il finimondo. Fate scendere i profughi e arrestateli tutti”. All’ex vicesindaco ha risposto l’ex sindaco Giusi Nicolini: “Che vuoi tu, chi sei tu per decidere chi deve venire e chi no?”.

“Garanzie di accoglienza da cinque Paesi” –
Sulla vicenda è intervenuto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, annunciando di aver ricevuto rassicurazioni che tutti gli immigrati saranno distribuiti in cinque Paesi. “Brilla per la sua assenza e il suo vergognoso menefreghismo il governo olandese, che ha dato una bandiera a una nave fuorilegge fregandosene di quello che l’equipaggio di questa nave e’ andato a fare in giro per il Mediterraneo”.

“Condotta criminale da parte della Rackete” –
Il vicepremier ha poi evidenziato il “comportamento criminale della comandante della Sea Watch 3, che ha messo a rischio la vita degli agenti della guardia di finanza. Ha fatto tutto questo con dei parlamentari a bordo tra cui l’ex ministro dei trasporti. Incredibile”.

Sic transit gloria mundi

Cordialità

21 pensieri su “Sea Watch 3: Arrestata la comandante Carola Rackete

  1. Mi duole dirlo ma Salvini aveva ragione.. carola in un colpo solo si è fatta arrestare, ha preso una bella multa e la bagnarola è stata sequestra.. adesso vediamo se open arms farà la stessa furbata.

    Grazie a voi Milord

    Annelise

    "Mi piace"

  2. Violare le leggi con dei parlamentari dalla parte dei scafisti è una situazione imbarazzante per il nostro stato che si prendano duri provvedimenti per questi valorosi traditori della legalità e della patria!

    "Mi piace"

  3. Perché se un aereo non autorizzato entra nei cieli italiani, si alzano immediatamente in volo gli aerei della difesa aerea e quando invece una nave straniera, vìola le acque territoriali, consentiamo a dei parlamentari di salirci a bordo?

    Non c’é più mondo

    Bye

    "Mi piace"

  4. Violare le leggi con dei parlamentari dalla parte dei scafisti è una situazione imbarazzante per il nostro stato che si prendano duri provvedimenti per questi valorosi traditori della legalità e della patria!

    Che bell’articolo che avete scritto Milord.
    Buona serata

    Eleonora

    "Mi piace"

  5. Quella della Sea Watch, è stata/ è una situazione paradossale e, avendo buon senso per giudicare, l’ operato della capitana è tutt’ altro che volontariato. A parte la retribuzione non proprio irrisoria della stessa e quella dell’ equipaggio, il Suo navigare per oltre due settimane è stato sempre lo stesso tragitto avanti indietro senza cercare altri porti che non fossero quelli italiani. Evidentemente…non era prioritaria la condizione dei trasportati.
    Consentitemi uno sfogo personale, Mio Caro Kren: ci voleva Salvini perché l’ Italia e il Suo popolo ritrovassero dignità di fronte ad un’ Europa che aveva fatto i propri comodi con i governi precedenti in mortificante sudditanza.
    Dalla vicenda della Sea Watch, per l’ ennesima volta, è emersa tutta l’ ipocrisia di questa UE che solo quando si tratta di giudicare, facendosi beffa delle leggi italiane, il comportamento dell’ attuale Ministro dell’ Interno italiano si riempie la bocca di discorsi umanitari; nei fatti, la quasi totalità degli altri paesi europei se ne infischia dell’ accoglienza a casa propria.

    Spero che la vicenda si evolva facendo onore alla Giustizia secondo l’ evidenza dei fatti.

    Scusate, mio Caro Kren, se dovessi essere stata un po’ veemente, ma, quando certe vicende sono spudoratamente manipolate per fuorviare Verità e Giustizia, m’ infervoro un po’.
    Grazie per questa pubblicazione, sicuramente occasione di riflessione per chi legge.

    Maria Silvia
    Vostra Sil

    Piace a 6 people

  6. Ai domiciliari?
    Ma se la comandante é tedesca!
    Dovrebbe andare in Germania o a casa dell’on. Orfini?
    Questa è una situazione inaccettabile, una provocazione che non deve avere un seguito, sia per l’onore sia per l’onore internazionale.
    Ne va della dignità degli italianii

    Buona domenica

    Amedeo

    Piace a 1 persona

  7. Grazie al grande cuore e al grande coraggio di Carola Rackete.
    Lei ci ricorda cosa significhi restare umani, in questo Paese tradito dalla volontà razzista e dalla secchezza del cuore.

    Sono in aperto contrasto, caro Milord, ma ciò non toglie che non rispetti il tuo pensiero.
    Buona domenica

    "Mi piace"

  8. la rasta deve stare serena.
    il PCI che tanto ha a cuore le sorti della povera gente (purchè non di nazionalità italiana) ha gia dato l’IBAN per le spese legali, se poi va male male male (ma con questa giustizia purtroppo non sarà così) il PCI di cui sopra ha già pronto un seggio in parlamento.

    Che schifo.
    Viva l’Italia
    Ciao Milord

    Isy

    "Mi piace"

  9. La GDF ha fatto il proprio dovere e il PD fa solo propaganda, l’immigrazione va regolamentata e il PD comunque indiane al governo si deve incazzare con l’Europa che ci lascia soli,
    Europa solo in teoria

    Saluti Milord

    "Mi piace"

  10. Questa donna è un capitano vero, Non come Capitan Selfie che sta sempre davanti a una telecamera a mangiar nutella

    risposta questa “donna” è una provocatrice, fuorilegge mossa non da umanità e dai soldi che le passano gli pseudo filantropi tipo Soros & co.i

    Ciao Milordissimo

    "Mi piace"

  11. C’è “il rischio emulazione” e il braccio di ferro tra Ong e governo a Lampedusa sui migranti, lancia una inquietante profezia sul governo:
    “Potrà avere problemi nella prossima primavera”

    Grazie Milord, che tempi

    Piace a 1 persona

  12. C’è il rischio di invasione?
    Ma se siamo già stati invesi. però io mi chiedo: non è possibile ragionaare sugli aiuti, magari dosndoli con ocultezza?
    Perché sbattere la porta in faccia a chi ha più bisogno?
    Due visioni, le nostre, caro Milord, ma che comunque perseguono il fine di salvaguardare sempre la vita umana.

    bel pezzo.

    Babi

    "Mi piace"

Volete partecipare alla discussione? Scrivete ed esprimete il Vostro parere, grazie.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...