Il silenzio fa paura

. . La banda dei quattro Basta ai governi prestati e di cortesia: Monti, Letta, Renzi e Gentiloni. Il popolo riprenda le redini attraverso la propria determinazione, padrone delle proprie scelte per  un futuro migliore: Il suo. Se il silenzio fa paura, forse è perché l’assenza di rumori familiari tende a farci ripiegare in noi…

EXODUS

. . Esiste una porta che conduce all’immaginazione e bisogna attraversarla per diventare consapevoli; le sue chiavi sono i simboli. Si possono portare idee al di là di quella porta… ma bisogna farlo sotto forma di simboli. Cappellano-Psichiatra Ci fu un rumore. Lo udì piuttosto distintamente. Un suono metallico. Poi ancora: un ticchettio. Aprì gli…

Una storia 28

. . Fu mentre il pallone sorvolava le ampie anse del Tamigi che scoppiò quell’inaspettato temporale d’estate: un violento scroscio di pioggia si abbatté sull’aerostato e sulle facce dei passeggeri, e un improvviso vento contrario cambiò bruscamente la direzione di volo, spingendoli verso nordest. — Siamo troppo bassi — gridò il maggiore. — Zavorra… due,…

Una storia 27

. . Un ballo dai Granville era sempre un avvenimento mondano di grande importanza. Mentre saliva la scalinata al braccio di Nigel Storrington, dietro ad Henry e Amabel, Sophie era ben decisa a godersi quella serata. Pareva che fosse presente tutta l’alta società di Londra, oltre a molti dei dignitari stranieri che affollavano in quei…

Una storia 26

. . Per due o tre interminabili giorni George aspettò. Jassy lo guardava con dolcissimi occhi pieni di devozione, ma non pareva affatto disposta a figliare il suo puledrino. — Non può mancare molto, signore — era l’opinione di Hedges. — Vi chiamerò quando comincia. George vagava per la casa, seguito dal fedele ma perplesso…

Una storia 25

. . Lui si appoggiò pesantemente con le mani al tavolo nel centro della stanza e tirò un lungo respiro. — Non ti avrei mai creduta capace di pensare, e soprattutto di dire, una cosa così volgare. Vedo che ti ho giudicata male. — Sì — replicò lei. — Credo proprio di sì. Devo assomigliare…

Una storia 24

. . Sophie, che avrebbe voluto rimangiarsi quelle allusioni così scoperte, poco dopo andò a letto sola, chiedendosi come sarebbe finita tutta questa storia. Non aveva spento da molto la candela quando sentì George nel suo spogliatoio. Pochi minuti dopo venne nella stanza e si coricò accanto a lei. Per un istante pensò che si…

Una storia 23

. . — Smettetela! — esclamò. — Smettetela tutti e due. Che cosa credete di fare? Non ammetto un comportamento del genere qui, nel mio salotto! — Ma nessuno dei due uomini le badò minimamente. — Ecco — fece Bryce in tono di scherno. — E adesso che cosa volete? Un duello sul prato là…

Una storia 22

. . Oltre a trovare suo marito più rilassato e meno irritabile, Sophie aveva anche l’impressione che la malattia di suo padre avesse creato una nuova intesa tra loro due. Ma la speranza a cui aveva accennato Lord Randolph sembrava ancora più lontana che mai. Vedendo che suo suocero era preoccupato per lei, cominciò a…

Una storia 21

. . Quando le aveva parlato del suo processo aveva tentato di minimizzare il più possibile quella faccenda, per convincerla che faceva parte del passato, che la sua amante era morta. Ma quella donna, che lei vedeva soltanto come una figura dai contorni sfocati, era evidentemente ben lontana dal far parte del passato; George si…

Una storia 18

. . Al suo arrivo a casa George fu festosamente e rumorosamente accolto da Brandy, un cucciolo di setter che Charlie Layton gli aveva regalato e che doveva il suo nome al pelame color miele. Dopo aver consegnato il cappotto a James, il nuovo cameriere, stava accarezzando il cane quando Sophie uscì dal salotto per…

Una storia 17

      . Al momento la coscienza era l’ultima delle preoccupazioni di George. — Quanto a me, non desidererei altro che fargli saltare tutti i denti con un pugno. Se lo vedessi… — Ma non lo vedrai. E non ti servirebbe a niente sfogare la tua rabbia sul maggiore. Non ha fatto altro che…

Una storia 16

  . — Santo cielo! — esclamò “la cara Sophie”, ma poi pensò che sarebbe stato piacevole decorare tutta la casa di sempreverdi, ballare nel salone e scambiarsi regali. — Sarebbe come ai vecchi tempi — fece George. — Credo che potremmo convincere anche mio padre a venire, o almeno so che tu ci riusciresti.…

Una storia 15

. . La prima volta che Sophie vide Plummers fu in una calda serata d’agosto. Arrivarono là parecchie settimane prima di quanto non li aspettassero. Quando Hedges aveva portato là i cavalli, né il suo padrone né la sua nuova padrona avevano accennato al loro imminente ritorno. Su una carrozza presa a nolo a Oxford,…

Una storia 10

. . . Le nozze furono fissate per la fine di giugno. — Il mese ideale per le spose — osservò la signora Sterling, e in men che non si dica iniziarono i preparativi per la cerimonia. — Oh, come vorrei essere io al suo posto — sospirò Althea. — Arriverà anche il tuo turno…

Una storia 8

. . Nonostante tutti gli sforzi del dottor Sterling, ormai si era diffusa la notizia dell’eredità e gli avvoltoi non tardarono a calare sulla preda: piovvero inviti a balli e a ricevimenti mondani; i commercianti portarono i loro cataloghi alla famiglia, mentre i sarti più costosi si affrettarono a presentarsi con il loro materiale pubblicitario.…